Stratosferica Giorgia Bronzini: quinto successo su cinque tappe alla Route

08 Agosto 2013


Riuscirà mai qualcuna delle avversarie, prima della conclusione della Route de France, a piazzare le ruote davanti a quelle di Giorgia Bronzini? Oggi, per il quinto giorno consecutivo, la velocista piacentina ha fatto valere la propria legge, nella tappa di 98 chilometri che andava da Saint Fargeau a Pougues-les-Eaux. Un pokerissimo da lasciare letteralmente senza parole quello griffato Bronzini che, a questo punto, potrebbe cercare l’impresa impossibile: per l’en-plein di tappe mancano soltanto tre atti. Ciò che stupisce ogni giorno di più, è però rappresentato dalla sua capacità di andare oltre alle difficoltà di percorsi che mal si conciliano con le caratteristiche di velocista pura della “tigre della Raffalda”. Questa è però una “nuova” Giorgia Bronzini: oggi, nel corso del circuito conclusivo, ha addirittura piazzato un attacco sul gruppo, arrivando a guadagnare un minuto di vantaggio. Quando il plotone, a quindici dal traguardo, ha ripreso l’ex campionessa mondiale, sembrava ormai destinato a tramontare il regno della Bronzini alla Route. Niente di più sbagliato: la classe va ben oltre la fatica per la vana fuga solitaria, e il fenomeno a due ruote riesce a regolare nuovamente avversarie ormai allibite di fronte ad un tale strapotere. Alle spalle della Bronzini, la solita Johansson ancora in maglia arancione, e la francese Ferrand-Prevot.
Domani, altri 127 chilometri, da Poueuge-les-Eaux a Vichy: tappa durissima non adatta alle velociste. Un fattore che ormai poco importa a Giorgia Bronzini, campionessa totale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà