Sesto sprint vincente alla Route de France: immensa Giorgia Bronzini

09 Agosto 2013


Si trattasse di baseball, la contesa si chiuderebbe per manifesta superiorità rispetto agli avversari. Giorgia Bronzini non impugna mazze e non indossa guantoni, ma si diverte a “sverniciare” cicliste che, alla Route de France, in buona sostanza, sono letteralmente impotenti. Ebbene sì, con quella di oggi fanno sei successi su altrettante tappe disputate. A questo punto, puntare ad un en plein da leggenda non è affatto un azzardo visto che domani, con i 130 chilometri da Cusset a Chauffailles, si chiude la super classica transalpina che parla esclusivamente piacentino.
Tornando però a quanto accaduto quest’oggi, la storia non cambia rispetto ai precedenti atti. La Bronzini regge il ritmo indiavolato del gruppo, sopporta le fughe altrui sugli strappi notevoli che costellano la Poueuge les Eaux – Vichy, prima di arrivare al rettifilo finale in piena bagarre: una scena che è il preludio ad un “film” ormai visto e rivisto. Un’altra volata da urlo che manda in estasi anche il sempre più incredulo pubblico francese.
E domani sarà caccia ad uno storico, fenomenale settebello che consegnerebbe la Bronzini tra le immortali del ciclismo rosa.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà