Calcio dilettanti: i gironi di coppa. Maxi squalifica in Terza Categoria

11 Settembre 2013


Il comitato regionale della Figc ha reso noto il cammino che attende le formazioni che hanno superato i gironi eliminatori di coppa Itala e coppa Emilia.
In Promozione, la Castellana è stata inserita nel gruppo a tre, con Valtarese e Brescello. I ragazzi di Viciguerra, vincitori domenica alla prima di campionato con la Povigliese, saranno in campo il prossimo 18 settembre, al Soressi: ospite, il Brescello (20.30).
In Prima Categoria, le vincenti dei raggruppamenti a quattro squadre, affrontano ora il secondo turno caratterizzato da gare di andata e ritorno. Interessante derby in vista mercoledì 18 settembre tra Agazzanese e Baby Brazil, mentre per la Pontenurese sfida con il S.Secondo.
Per ciò che concerne gli abbinamenti di coppa Emilia e coppa Coni, quindi parliamo di Seconda e Terza Categoria, queste le partite previste (andata giovedì 19 settembre, ritorno giovedì 3 ottobre, in entrambi i casi alle 20).
COPPA EMILIA SECONDA CATEGORIA
Girone “A”
Calendasco – Nibbiano
Gossolengo – Nuova Spes
Turris – Ziano
Pol. Pontenure – Sarmatese
Girone “B
Combisalso – Arsenal
Vernasca – Sporting Fiorenzuola
Juventus Club – Alsenese
Pontolliese – Borgo San Donnino

COPPA CONI TERZA CATEGORIA
(ottavi di finale)
Gragnano – Sannazzarese
Fulgor Fior. – Bobbio 2012
Primogenita – Lugagnanese
Borgonovo – Niviano
Pol. B.F. – San Filippo Neri
Pontegreen – San Giuseppe
San Polo – Salicetese
San Corrado – San Lazzaro
Arrivano anche le prime decisioni del giudice sportivo: brutta tegola per il Fiorenzuola che perde per due giornate il suo bomber principe Luca Franchi: il centravanti paga a caro prezzo le scaramucce con un avversario della Folgore Rubiera. Ancora in Eccellenza, da segnalare la squalifica del sempre focoso Massimo Mazza, allenatore della Fidentina: per lui, niente panchina fino al prossimo 25 settembre dopo l’espulsione rimediata domenica nel vittorioso esordio a domicilio dell’Arcetana.
Pessime notizie dalla Terza Categoria: il Perino dovrà fare a meno, fino al 1 dicembre 2013, di Matteo Magnani. Una squalifica motivata così dal giudice sportivo: “Per aver tenuto, a gioco fermo, una condotta estremamente violenta nei confronti di un calciatore avversario che veniva ripetutamente colpito con pugni e calci. Fatti non portati a più gravi conseguenze perché veniva allontanato da compagni e avversari”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà