Cicliste in sciopero. Bronzini & co: “Il Giro di Toscana è pericoloso”

17 Settembre 2013

20130917-095034.jpg

Cicliste che incrociano le braccia e fanno sciopero. Domenica scorsa, al Giro di Toscana, gara ciclistica premondiale a tappe, in vista della rassegna iridata in calendario a Firenze dal 22 al 29 settembre, 59 atlete tra le quali la piacentina Giorgia Bronzini e altre campionesse come Marianne Vos, Elisa Longo Borghini, Noemi Cantele e Rossella Ratto hanno scelto di non correre. Auto e scooter sul tragitto, incroci e rotonde non presidiate da volontari: secondo le cicliste la strada era poco sicura e per questo hanno scelto la via dello sciopero, una strada finora mai percorsa nella storia del ciclismo femminile. Il patron della manifestazione Brunello Farini è insorto difendendo l’operato del suo staff ma le cicliste sono state molto determinate: “La sicurezza prima di tutto”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà