Piacenza

Calcio, Pro e Piacenza, può essere la domenica dell’agguato alla capolista

26 ottobre 2013

20131026-121511.jpg

Pro Piacenza e Piacenza avvertono forte il profumo di un possibile agguato alla capolista Pro Sesto del sempre più sorprendente bomber Spampatti, autore di tutti quanti gli otto gol dei lombardi che ancora vantano un clamoroso “zero” alla voce gol subiti. La sfida nella tana del Lecco, per la prima della classe rappresenta però test assai probante, al contrario degli esami ai quali sono attesi le reginette del calcio nostrano.
Il Pro di mister Franzini vive un grande momento di forma e il Seregno, reduce da settimane piuttosto travagliate, costellate dal cambio della guardia operato in panchina, via Cortellazzi ora c’è Sassarini, ma pure ai vertici societari, con il nuovo presidente Di Nunno al posto di Pogliani. Tornando però al Pro Piacenza, domani al Siboni (ore 14.30), potrebbe trovare spazio nell’undici iniziale il fantasista Bignotti, viste le concomitanti assenze di Silva, infortunato, e Jakimovsky, out per squalifica.
Discorso diverso per il Piace che deve fare i conti, anche in questo caso, con un avversario ampiamente alla portata come il Gozzano, ma soprattutto con i pesanti problemi legati agli infortuni. Sul campo novarese, non ci saranno Alessandroni, Fumasoli, Pani, Rossi e con tutta probabilità marcherà visita pure Martino, colpito da influenza. Dubbi pure sulle presenze di Cortesi e Meregalli che però sembrano destinati al recupero in extremis. Di certo non si tratta del miglior momento per un Piacenza incerottato che vuole però proseguire nella sua striscia positiva e, soprattutto, avvicinare l’impenetrabile Pro Sesto, distante ora quattro punti.

20131026-121541.jpg

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE