Piacenza

Fratelli Gatti su tutte le furie: Viali a rischio, Venturato torna di moda

27 ottobre 2013

20131027-143231.jpg

La sconfitta di Gozzano sembra aver lasciato il segno: gli episodi arbitrali hanno creato grande malumore all’interno dell’ambiente biancorosso, con i fratelli Gatti che non hanno digerito l’operato di Moretti. Anche la prova di Cortesi e compagni però, non è affatto piaciuta.
Si parla di una sfuriata piuttosto pesante del presidente onorario Stefano Gatti negli spogliatoi: squadra e allenatore nel mirino. E la posizione di quest’ultimo torna paurosamente a vacillare: nelle ultime ore, il fantasma di mister Venturato aleggia sopra il capo dell’ex capitano della Fiorentina.

Notizia delle 20
Disfatta a Gozzano: prima sconfitta per il Piacenza che chiude in otto uomini

Anche Viali si lascia andare ad un eloquente “non possono capitare cose simili su un campo da calcio”: lo spettacolo andato in scena al Comunale di Gozzano purtroppo, ha trovato un protagonista incappato in una domenica decisamente nerissima. Si tratta ovviamente del direttore di gara che, in 90 minuti, espelle ben cinque giocatori (due tra le fila dei padroni di casa, tre piacentini), mister Viali e concede un rigore ai biancorossi, quello del momentaneo 1-1 del finale di primo tempo, che lascia i più, sbigottiti. Un condensato di decisioni errate che, in definitiva, devastano una gara che aveva tutto quanto per divertire il pubblico presente, in gran parte di fede biancorossa.
Viali, a fronte delle tante assenze, opta per un 3-4-2-1, con Marrazzo e Volpe a sostegno dell’unica punta centrale De Vecchis. E’ però un inizio shock: nemmeno 5′ e Marchesetti ingrana la quarta e, dopo aver seminato il panico in area, scarica il sinistro del vantaggio novarese. Un gol al quale segue la reazione piuttosto rabbiosa del Piacenza che presta il fianco, spesso e volentieri, alle ripartenze dei padroni di casa. I biancorossi sciupano un paio di buone occasioni, mentre nel finale di frazione Bovi manda a stamparsi sulla traversa una bella conclusione dalla distanza, deviata in maniera determinante da Pelati. A questo punto, ecco il direttore di gara intervenire a gamba tesa sul match: rosso diretto a Francesco Volpe, al 44′, autore di un fallo piuttosto dubbio in una zona del tutto ininfluente del campo. Un fulmine a ciel sereno, al quale il signor Moretti di Foligno pone rimedio a modo suo: lieve tocco in area su Marrazzo e calcio di rigore assegnato al Piace, che perviene al pari grazie allo stesso bomber campano, infallibile dagli undici metri. Gara in salita, vista l’inferiorità numerica, ma l’1-1 prima del riposo sembra consentire ai ragazzi di Viali una ripresa priva di eccessive sofferenze. Niente di più sbagliato, perchè già al 53′ Minasola è nuovamente ammonito dall’arbitro: si gioca in nove contro undici e Viali perde le staffe. Anche il tecnico è allontanato dal direttore di gara che, nel frattempo, è bersagliato di insulti dall’inferocito pubblico piacentino. E’ una bolgia, con il Gozzano che spinge forte per approfittare della inattesa situazione. Il Piacenza resiste agli assalti novaresi fino al 68′, quando il Gozzano, con Gemelli, trova il gol del 2-1. Sembra fatta, ma il direttore di gara ci mette nuovamente lo zampino: subito dopo il gol, espulso Brognoli, questa volta giocatore di casa, per proteste. Altro rosso eccessivo (eufemismo) che però dà nuove speranze ai biancorossi, con Viali che, dalla tribuna, ordina gli ingressi prima di Martino, poi di Arena. A otto dal termine, viene ristabilita la parità numerica: fuori anche Grigis. E’ un Piace che spinge a tutta, sfiorando il gol del pari con Orlandini quando già si trova in otto uomini: sì, perchè anche Arena è cacciato (punita una manata ad una avversario) e la partita sembra ormai una sfida di calcetto. Marrazzo non si arrende, ma la sua conclusione al 90′ termina alta di pochissimo. Il Gozzano chiude i conti in pieno recupero con Cabrini che capitalizza al massimo una ripartenza condotta da Ravasi. E’ il gol del 3-1, ma soprattutto la rete che pone fine ad una domenica al limite dell’incredibile. Il Piacenza si lecca ora le ferite e, in vista della sfida con l’Alzano Cene, spera di recuperare almeno in parte i tanti infortunati, anche alla luce delle pesanti ripercussioni che avranno in settimana le decisioni del giudice sportivo.

GOZZANO:Pelati, Grigis, Blasio, Gemelli, Casella, Fusco, Lunardon, Brognoli, Previtali (46′ Scaramozza), Cabrini, Marchesetti (75′ Ravasi). All.: Mango.
PIACENZA:Ferrari, Tognassi, Colombo (75′ Martino), Meregalli (83′ Arena), Bovi, Cavicchia, Minasola, Cortesi, Marrazzo, Volpe, De Vecchis (55′ Orlandini). All.: Viali
Arbitro: Moretti di Foligno
Reti: 5′ Marchesetti,46′ (rig.) Marrazzo, 68′ Gemelli, 50′ Cabrini
Note: espulsi: Volpe, Minasola, Brognoli, Grigis e Arena. Espulso l’allenatore del Piacenza, Viali.

Notizia delle 16.20
Il Gozzano chiude i giochi con Cabrini in contropiede al 93′: si chiude una partita incredibile con sei espulsi, Viali compreso, e soprattutto polemiche a non finire per una direzione di gara decisamente inadeguata. A Gozzano termina 3-1 per i padroni di casa. A seguire, l’analisi completa della gara.

Notizia delle 16.20
Espulso anche Arena per un presunto colpo ad un avversario: si arriva al 90′ con un mai visto nove contro otto quando il cronometro segna 90′. Orlandini sfiora il gol del pari di testa: un difensore salva sulla linea.

Notizia delle 16.15
Serie D, si chiude con un incredibile 9 contro 9: quattro espulsi. Gozzano-Piacenza 2-1

Equilibrio numerico ristabilito: espulso Grigis e ora si tratta di un nove contro nove incredibile. Viali, dalla tribuna, ordina l’ingresso di Martino e Arena. È arrembaggio all’area novarese.

Notizia delle 15.55
La pressione costante del Gozzano produce al 68′ il gol del nuovo vantaggio dei padroni di casa: è Gemelli a trasformare in oro l’assist di Lunardon.
Ora la situazione è di 10 contro nove: espulso Brognoli per proteste nel Gozzano. Quarta espulsione di giornata, dopo quelle di Volpe, Minasola e Viali.

Notizia delle 15.50
Piove sul bagnato: Minasola in avvio di ripresa “guadagna” il secondo giallo di giornata e viene espulso: il Piacenza, vista l’espulsione di Volpe nel finale di primo tempo, si ritrova ora in nove uomini. Espulso anche Viali per proteste.

Notizia delle 15.15
Finale incandescente: prima la discutibile espulsione di Volpe per un fallo non così grave, dopodichè il pareggio del Piacenza grazie ad un calcio di rigore per fallo su Marrazzo che lo stesso attaccante trasforma ben oltre il 45′.

Notizia delle 14.40
Lo spauracchio della vigilia, l’ex Chievo Marchesetti, firma l’immediato vantaggio del Gozzano grazie ad una splendida azione personale chiusa dalla bordata che fredda Ferrari per il gol che vale l’1-0.

Notizia delle 14.30
Serie D: William Viali rispolvera la difesa a tre. Gozzano – Piacenza 0-0
Tutto come previsto: la grande emergenza con la quale si ritrova a fare i conti, induce mister Viali ad un annunciato cambio di modulo. Difesa a tre, con Colombo e Minasola dirottati sulle fasce, in attacco rientra Alessio De Vecchis, spalla di bomber Marrazzo.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE