Piacenza

Pro Piacenza, la coppa prima della super sfida. Francani al lavoro: servono rinforzi

19 novembre 2013

Luca Matteassi, capitano del Pro Piacenza

Luca Matteassi, capitano del Pro Piacenza

Nessuno lo ammette apertemente, e ci mancherebbe, ma c’è da scommettere che mister Franzini all’impegno di coppa Italia di domani pomeriggio a Ponte S.Pietro, avrebbe fatto volentieri a meno. Nella settimana che porta allo scontro al vertice di domenica prossima con la Pro Sesto, la sfida secca a domicilio del Pontisola rappresenta distrazione consistente, ma soprattutto potrebbe essere fonte di ulteriore dispendio energetico per una rosa tutt’altro che sterminata come quella del Pro Piacenza. La capolista arriva dalla sconfitta di Legnago, ma da un paio di settimane la verve di inizio torneo, ha lasciato spazio ad un affanno piuttosto evidente in alcuni degli uomini più rappresentativi. Cazzamalli, uno dei leader indiscussi, tira il fiato e gli effetti sono immediati: troppo importante per il gruppo rossonero l’ex Spal che domani, in occasione dell’ottavo di finale con formula secca in terra bergamasca, potrebbe godere di un turno di riposo. Non ci sarà Castellana che sconta la prima di tre giornate di squalifica e sicuramente Silva siederà in panchina: troppe due partite così ravvicinate dopo il lungo stop cui è stato costretto il centrocampista di Bobbio. Ciò che sembra emergere in maniera chiara però, è la sensazione di un Pro, come lo scorso anno, dalla coperta leggermente corta. Franzini, anche in questo caso non si sbilancia, ma il lavoro che attende Francani è senza dubbio corposo. La campagna invernale potrebbe non essere limitata alla ricerca di un difensore, divenuto indispensabile alla luce del grave infortunio di Melegari. E’ ufficialmente partita la caccia ad un centrocampista , ma non trapelano nomi. Arriverà anche una punta: con la crisi senza fine di bomber Piccolo, serve come il pane un ulteriore attacante che possa garantire gol e soprattutto respiro ad un Franchi sempre presente fino ad ora. Il centravanti di Gardone Val Trompia rappresenta, ad oggi, unica vera risorsa di un Pro che evidentemente non vuole ripetere gli errori della scorsa stagione, quando sul traguardo conlcusivo arrivò in palese affanno.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE