Piace, addio secondo posto: i biancorossi crollano ad Inveruno

30 Marzo 2014

20140330-123852.jpg

Si ferma a cinque la serie di risultati utili consecutivi del Piacenza che cade nella giornata più importante: l’Inveruno si rivela squadra spietata e dall’attacco formidabile. Così, ci pensano Saar (dopietta) e Mazzini a chiudere i giochi già nel primo tempo che si conclude con il gol della speranza di Amodeo. Servirà a ben poco, perchè nel corso della ripresa i lombardi non vanno quasi mai in sofferenza e sfiorano addirittura il poker in contropiede. Nemmeno il ritorno in campo di Marrazzo (palo su punizione in pieno recupero) nel corso del secondo tempo consente ai suoi di firmare la rimonta. Per il Piacenza è quasi addio ai sogni di secondo posto, occupato proprio dall’Inveruno, ma distate ora sette punti.

Inveruno3
Piacenza1

Inveruno (4-3-3): La Gorga 6.5, Spadaccino 6.5, Marioli 6, Grassi 6, Giacomoni 5.5, De Masi 6 (81′ Eugenio), Greco 6.5, Lazzaro 7, Sarr 7.5, Broggini 6 (72′ Limitone), Mazzini 6.5. A disposizione: Samaritani, Nespoli, Roncari, Repossi, Limitone, Masella, Gandolfo. All. Gatti 7.5

Piacenza (4-2-3-1): Ferrari 6, Milani 5.5, Rossi 5, Tacchinardi sv (15′ Orlandini 6.5), Emiliano 6, Meregalli 5.5, Volpe 6.5, Pignat 6.5 (46′ Martino 5.5), Amodeo 6, De Vecchis 5 (60′ Marrazzo 6), Sanashvili 6.5. A disposizione: Bertozzi, Cavicchia, Tognassi, Sgariboldi, Colombo, Benedetti. All. Viali 6.
Arbitro: Scatigna di Taranto 6.
Marcatori: 25′ pt e 42′ pt Sarr (I), 40′ pt Mazzini (I), 46′ pt Amodeo (P).
Note: terreno in buone in condizioni, spettatori 800 circa. Ammoniti: Giacomoni, Broggini, Meregalli, Sanashvili. Recupero: 2′-4′.

Notizia delle 16.30
Nemmeno l’ingresso di Marrazzo rivitalizza il Piacenza che non riesce ad avvicinare un Inveruno sempre temibilissimo in contropiede. Proprio con un’azione di rimessa, i padroni di casa, al 41′ sfiorano il poker con Demasi. Ad inizio ripresa, annullata una rete ad Amodeo per un fuorigioco molto contestato dai biancorossi.

Notizia delle 15.50
L’Inveruno passa all’incasso in chiusura di primo tempo durante il quale il Piacenza ha faticato ad imporsi: a cinque minuti dall’intervallo è Mazzoni a firmare il gol del raddoppio, dopodichè è Saar a griffare il tris al termine di una grande azione personale. In pieno recupero, tiene viva la speranza Amdeo che approfitta di una dormita della difesa di casa e supera il portiere avversario a duello. Un gol che potrebbe rivelarsi preziosissimo.

Notizia delle 15.30
Quando il cronometro segna 25 minuti, i padroni di casa passano in vantaggio: la conclusione di Broggini si stampa sul palo, ma è Sarr il più lesto a ribadire in rete il gol che vale l’1-0.

Notizia delle 15.10
Il match si apre con un grosso spavento per il Piacenza, salvato al 5′ dalla traversa dopo il gran colpo di testa di Saar susseguente ad un calcio d’angolo calciato da Broggini. La gara si preannuncia, come da copione, assai complicata per i biancorossi.

Notizia delle 15
Parte dalla panchina Carmine Marrazzo, rientrato dopo le tre settimane di stop causa infortunio muscolare, ma non de tutto recuperato. Ci sono dunque De Vecchis e Amodeo a guidare l’assalto che il Piacenza porta all’Inveruno, secondo della classe e squadra dal super attacco.
Viali spedisce in campo dal primo minuto il giovane Sanashvilli che, a sinistra, vince il ballottaggio con Benedetti. Queste le formazioni in campo:

INVERUNO: La Gorga, Spadaccino, Marioli, Grassi, Giacomoni, Demasi, Greco, Lazzaro, Sarr, Broggini, Mazzini. All. Gatti
PIACENZA: Ferrari; Milani, Tognassi, Meregalli, Rossi; Volpe, Pignat, Tacchinardi, Sanashvilli; Amodeo, De Vecchis. All. Viali. In panchina: Bertozzi, Cavicchia, Tognassi, Sgariboldi, Orlandini, Colombo, Benedetti, Martino, Marrazzo

© Copyright 2021 Editoriale Libertà