Rebecchi Nordmeccanica, scoppia il caso: “Senza impianto lasciamo”

06 Maggio 2014

Rebecchi Nordmeccanica Volley - La dirigenza

C’è una grande incognita che pesa sul futuro della Rebecchi Nordmeccanica Volley, la società piacentina campione d’Italia di pallavolo femminile per il secondo anno consecutivo. Passata l’euforia per il trionfo, la dirigenza sta programmando la prossima stagione, con l’obiettivo dichiarato di vincere la Champions League. “Noi siamo pronti a fare la nostra parte per continuare a tenere in alto il nome di Piacenza – spiega Antonio Cerciello, presidente di Nordmeccanica – ma dobbiamo prima risolvere la questione-impianto: senza la certezza di poter contare sul Palabanca per un periodo di 3-4 anni non ha senso progettare nulla, quindi o ci danno questa garanzia, oppure lasciamo”.

La questione è delicata: il Palabanca è in gestione sino al 2017 a Copra Dimensione Sport, poi tornerà al Comune. Rebecchi Nordmeccanica ha sempre stipulato contratti annuali per poter utilizzare la struttura. Il nodo, anche se nessuno lo dice apertamente, sono i costi, via via aumentati in questi anni. “La nostra società – chiarisce Guido Molinaroli, presidente di Copra Elior Volley, che ha annunciato di non voler proseguire – si è sobbarcata spese enormi, sia per la realizzazione dell’impianto, sia per la sua gestione, senza contare tutte le altre, come Imu, Tares eccetera. Il costo dell’affitto è ovviamente proporzionato al numero di società che utilizzano il Palabanca, mi sembra normale: se siamo in dieci dividiamo le spese per dieci, se ne resta una sola le altre non possono pagarle per lei. Io inviterò tutte le società sportive piacentine a venire a giocare, ad allenarsi o a fare attività per i bambini da noi, vedremo chi risponderà e poi faremo le dovute valutazioni”.

Il Comune sta cercando una difficile mediazione (ne ha parlato ieri in aula il consigliere comunale Stefano Perrucci), sono previsti incontri separati nei prossimi giorni per cercare un punto di equilibrio tra le rispettive esigenze. “Il sindaco Dosi sa bene come la pensiamo – conclude Cerciello – Piacenza può continuare ad avere una grande squadra, ma dobbiamo avere garanzie per il futuro. Il 20 maggio scade il termine per l’iscrizione, il tempo non è tanto”.

Intanto è stata confermata la festa per celebrare lo scudetto giovedi 8 maggio dalle 18 alle 20 in piazzetta Mercanti a Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà