Piacenza

Nordmeccanica Rebecchi sa solo vincere. Seconda Supercoppa!

25 ottobre 2014

20141026-000057.jpg

Nordmeccanica Rebecchi conquista la sua seconda Supercoppa italiana consecutiva sconfiggendo in un match dalle mille emozioni, Unendo Yamamay Busto Arsizio. Al PalaIper di Monza termina 3-2 in favore di Leggeri e compagne (15-25, 25-16, 25-27, 25-19, 15-11) che soffrono nel primo set, tornano sotto nel terzo sotto i colpi della terribile Valentina Diouf, ma reagiscono e al tie break conquistano il settimo trofeo che fa bella mostra in un palmares sempre più ricco.
Alessandro Chiappini punta sul sestetto annunciato alla vigilia, con la Van Hecke opposto alla nuova regista Dirickx; la Vargas fa il suo esordio al fianco di capitan Leggeri nel ruolo di centrale, mentre in banda agiscono Sorokaite e Di Iulio. La Carrocci è il libero.
Viaggia sul filo conduttore Wolosz-Diouf tutta quanta l’architettura del gioco di Busto che nel primo set spazza via le piacentine: un vero e proprio assolo delle bustocche che approfittano degli errori delle biancoblu. Il 25-15 finale la dice lunga circa la netta superiorità di Marcon e compagne che scappano via. La fuga dura poco, perchè la sveglia suonata in panchina da Chiappini funziona e le campionesse d’Italia tornano a martellare. La Di Iulio sale in cattedra ed è tra le migliori in una frazione senza storia: 25-16 per le piacentine e 1-1 il conto dei set.
Terzo set all’insegna del grande equilibrio, con Busto che si affida ovviamente al braccio caldissimo di Valentina Diouf che rimane il pericolo numero uno per Nordmeccanica Rebecchi. Yamamay prova a scappare ma il parziale è punto a punto. Grandi emozioni nel finale quando la Di Iulio spreca una free ball e le lombarde non si fanno pregare. Ovviamente protagonista la Diouf che griffa anche il punto del 27-25.
Tutt’altra musica nel quarto set: Nordmeccanica reagisce alla grande e la squadra di Chiappini domina dall’inizio alla fine, allungando il match al tie break (25-19). Al tie break la Diouf paga la stanchezza e spara a salve: Di Iulio e Sorokaite colgono l’attimo e piazzano il break di vantaggio che risulterà decisivo per la vittoria finale, nonostante due match ball gettati alle ortiche. Sulle tribune è grande festa per i Pink Wolf.

NORDMECCANICA REBECCHI PC 3
UNENDO YAMAMAY BUSTO A. 2

(15-25; 25-16; 25-27; 25-19; 15-11)

NORDMECCANICA REBECCHI PIACENZA Sorokaite 12, Valeriano 2, Dirickx 4, Leggeri 8, Vargas Valdez 15, Van Hecke 17, Carocci (L), Brussa 2, Di Iulio 24, Borgogno, Angeloni, Caracuta. All. Chiappini.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO Degradi 3, Rania, Michel 7, Leonardi (L), Marcon 7, Perry, Camera, Diouf 35, Wolosz 2, Havelkova 5, Pisani 2, Lyubushkina 17. All. Parisi.
Arbitri: Goitre e Sobrero.

20141026-000024.jpg

20141026-000031.jpg

20141026-000037.jpg

20141026-000043.jpg

20141026-000051.jpg

20141026-000104.jpg

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE