Piacenza

Guiggi e Sansonna sulla strada della Nordmeccanica Rebecchi ferita

21 novembre 2014

20141120-225338.jpg

Ha fatto rumore, e non poteva essere altrimenti, la caduta di Nordmeccanica Rebecchi sul parquet del PalaPanini dove le campionesse d’Italia hanno riassaporato dopo otto mesi il gusto amaro della sconfitta in campionato. Un 3-1 che è valso il doppio salto all’indietro in classifica per la squadra di coach Chiappini, attesa già domani sera dal riscatto. E non si tratta di gara qualunque visto che al cospetto delle biancoblu ci sarà Novara. La squadra piemontese è la nuova capolista solitaria della A1: un balzo in avanti frutto del sonante successo ottenuto mercoledì ai danni di Urbino. La grande ex Martina Guiggi, con il libero Stefania Sansonna, guiderà un sestetto molto attrezzato che ha nella Klineman e nella Barun i principali pericoli dai quali dovranno guardarsi Di Iulio e compagne. Di certo servirà una reazione immediata dopo una prestazione molto deludente come quella del PalaPanini, con alcune delle principali interpreti che hanno vissuto una serata di grandi difficoltà. Gli impegni ravvicinati di Champions e campionato, le assenze prolungate di Leggeri e Vargas sono tra le possibili cause di questa fase complicata della stagione che vive già uno snodo cruciale. Dopo lo scontro di cartello in campionato, mercoledì prossimo ancora al Palabanca, sarà tempo di coppa Campioni con il temibile Instanbul della De Krujff in arrivo dopo l’amaro 3-2 con Cannes all’esordio. Per Nordmeccanica Rebecchi un tour de force in piena regola che potrebbe condizionare pesantemente il futuro delle campionesse piacentine.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE