L’impresa è stoppata dal palo ma il Pro Piacenza impone il pari all’Ascoli

02 Aprile 2015

20150402-171054.jpg

Serviva un Pro Piacenza da battaglia, un Pro vecchia maniera per intenderci, per cercare di interrompere la tremenda serie nera di quattro sconfitte consecutive: ad Ascoli si è rivista la squadra che poche settimane fa aveva fatto sognare addirittura una salvezza diretta e l’1-1 rimediato al Del Duca è di estremo valore. Sono addirittura i rossoneri, per l’occasione in maglia gialla, a passare in vantaggio al 12’: la rete è di Matteassi che sfrutta con un piattone di prima intenzione l’assist perfetto del solito indemoniato Speziale. Un gol che getta nello sconforto Chiricò e soci, beccati dal loro pubblico e, in alcune fasi del match, irretiti dalla ritrovata verve della banda di Franzini che addirittura sfiora il raddoppio.
Si apre malissimo la ripresa: l’Ascoli dopo soli 30 secondi trova il gol del pareggio con Berrrettoni, abile a concretizzare di testa un cross da destra. Da quel momento prende avvio una sfida tutta nuova, in cui le due squadre si affrontano senza tatticismi e con continui capovolgimenti di fronte. Il Pro Piacenza rischia sulle incursioni di Altinieri e di Chiricò, ma le occasioni per piazzare il sorprendente colpo del nuovo sorpasso arrivano in serie anche in favore dei piacentini. Nel finale doppio salvataggio sulla linea di porta marchigiana e al 91’, un Alessandro incontenibile centra un palo clamoroso da fermo; sia Giovio che Schiavini sprecano invece due palloni che meritavano altro trattamento. I rossoneri si riportano a +3 sul S.Marino, mentre l’Ascoli lascia tra i fischi il Del Duca.

Aggiornamento
Non perde tempo l’Ascoli che, dopo soli 30 secondi dall’avvio della ripresa, riporta in parità la sfida con il Pro Piacenza: è Berrettoni a svettare sul secondo palo dopo il cross da destra di Grassi e ad infilare l’incolpevole Alfonso per il gol dell’1-1.

Aggiornamento
Il Pro Piacenza chiude, a sorpresa, il primo tempo in vantaggio di un gol: decide sino a questo punto la rete di Matteassi, arrivata al 12′ dopo l’assist di Speziale a centro area. Il piatto destro di prima intenzione del capitano vale un risultato che vale oro colato e che costa i sonori fischi dello stadio Del Duca nei confronti dei bianconeri di Petrone, davvero deludenti quest’oggi di fronte alla verve del Pro, per l’occasione in maglia gialla.

Aggiornamento
Il Pro Piacenza passa in vantaggio al 12′: ci pensa Luca Matteassi a castigare la squadra marchigiana grazie all’assistenza perfetta di David Speziale che innesca il capitano in area: piatto destro e 0-1 servito.

ASCOLI: Lanni; Nardini, Mori, Mengoni, Dell’Orco; Addae, Grassi; Mustacchio, Berrettoni, Chiricó, Altinier. All. Petrone
PRO PIACENZA: Alfonso; Petrini, Sall, Silva, Castellana; Matteassi, Bacher, Schiavini, Sane; Speziale, Alessandro. All. Franini

Notizia delle 17
Trasferta proibitiva per il Pro Piacenza che, dalle 17, sfiderà l’Ascoli, ovvero una delle candidate per la vittoria finale, ora a -3 dalla capolista Teramo. Un match, quello del Del Duca, che vede in campo due formazioni largamente rimaneggiate. Non ci sono Rieti, Porcino, Barba infortunati oltre allo squalificato Bini tra le fila rossonere: mister Franzini opta per un più accorto 4-4-2 rispetto al consueto modulo a tre punte.

Dalla parte opposta, Ascoli falcidiato dalle squalifiche: il tecnico Petrone del super attacco Altinier-Chiricò-Berrettoni-Mustacchio, ma dovrà fare a meno dell’ex Piace Avogadri, oltre che di Pelagatti, Cinaglia e del trequartista Tripoli, tutti appiedati dal giudice sportivo per un turno.
Il Pro Piacenza è reduce da ben quattro sconfitte consecutive.

 

33esima giornata (giocate ieri)
Prato-Reggiana 1-1
Santarcangelo-Grosseto 2-1
Carrarese-Pisa 1-2
Pontedera-Pistoiese 1-1
IN CAMPO OGGI
ORE 14.30
Lucchese-San Marino
Savona-L’Aquila
ORE 17
Ascoli-PRO PIACENZA
Teramo-Tuttocuoio
ORE 19.30
Gubbio-Ancona
ORE 20.45
Spal-Forlì
CLASSIFICA
Teramo 62; Ascoli 59; Reggiana 55; L’Aquila e Pisa 51; Spal 46; Ancona e Pontedera 45; Lucchese e Tuttocuoio 44; Carrarese 41; Gubbio e Grosseto (-1) 39; Santarcangelo 38; Prato 36; Savona 35; Pistoiese 34; Forlì 33; PRO PIACENZA (-8) 28; San Marino 26.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà