Pro, addio main sponsor. Bruno Giglio: “Sosterrò solo a livello personale”

24 Giugno 2015

Presentazione Pro Piacenza

L’Ingegneria Biomedica Santa Lucia, società facente capo al gruppo Giglio, non sarà main sponsor del Pro Piacenza nel corso della prossima stagione. Questo il verdetto del cda societario che ieri sera ha sciolto i dubbi circa la reale volontà di proseguire nel sostegno della squadra rossonera.
“Rimarrà però un mio personale sostegno economico – ha detto questa mattina Bruno Giglio -: il consiglio di amministrazione ha deciso in questo senso dopo aver rispettato il contratto triennale sottoscritto con il club, anzi, è andato oltre sponsorizzando la squadra anche lo scorso anno, il quarto nel quale ha legato il proprio marchio al Pro Piacenza. Da quel che so, non ci saranno difficoltà per il Pro che sta programmando la prossima stagione in un’ottica di riduzione dei costi attraverso l’ingaggio di tanti giovani. Personalmente condivido appieno la scelta di una persona equilibrata e preparata come mister Viali per la guida tecnica”.
Proprio domani pomeriggio sarà tempo di prime presentazioni ufficiali per l’ex capitano della Fiorentina che affronterà la prima conferenza stampa nelle vesti di allenatore della squadra del presidente Scorsetti.
Nel frattempo, il diesse Francani sta sondando diverse piste di mercato per rafforzare la rosa. Oggi dovrebbe essere il giorno dell’accordo con due giocatori della Sampdoria: Alessandro De Vitis, classe 91, centrocampista reduce da un grave infortunio e figlio dell’indimenticato bomber del Piacenza, Totò. E poi Karlo Lulic, giovanissimo esterno di centrocampo con alle spalle alcune apparizioni con la Nazionale giovanile croata.
Certe le partenze dei portieri Alfonso e Iali, si punterà sull’ex Parma Bertozzi e si cercherà di arrivare ad Ermanno Fumagalli, estremo difensore della Casertana. Piacciono Matteo Malaga ed Emanuele Bardelloni, rispettivamente centrocampista ed attaccante lo scorso anno in forza al Real Vicenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà