Pro Piacenza, i punti valgono doppio: al Garilli arriva la Giana di bomber Bruno

13 Febbraio 2016

Gianluca Barba, centrocampista del Pro

Gianluca Barba, centrocampista del Pro

Tredici giornate al termine del campionato, tre lunghezze di vantaggio sulla zona play out e vittoria che manca dal 10 gennaio. Sono i numeri più significativi di un Pro Piacenza che, oggi alle 18, sarà atteso dal più classico degli scontri-salvezza. Al Garilli arriva infatti il Giana Eminio, tre punti in più rispetto alla squadra di Viali, e reduce dal pari di prestigio imposto alla rediviva Reggiana. La sfida con la formazione di Cesare Albé, inutile sottolinearlo, può rappresentare uno degli spartiacque dell’intera stagione rossonera.

Il 2-1 del match di andata confermò la vocazione da trasferta di un Pro Piacenza profondamente mutato nel corso dei mesi e che al Garilli si affiderà al suo attacco tutta tecnica e velocità, con Rantier e Alessandro a sostegno di Luca Orlando, autore con il Cittadella del suo primo gol piacentino. È però il calendario a rappresentare la maggiore fonte di preoccupazione nell’ambiente: dopo Reggiana e Cittadella, lo scontro diretto con la formazione di Gorgonzola che anticipa il trittico di fuoco con Alessandria, Pavia e Feralpi Saló.

Rientra Bini al centro della difesa dopo la squalifica, farà coppia con Piana, mentre a centrocampo sarà Carrus a guidare il terzetto mediano completato dall’inamovibile Barba e da Aspas, con Maietti neppure convocato causa guai muscolari. Torna a disposizione Sall che partirà dalla pancnina. Dall’altra parte, occhio a bomber Bruno che dovrebbe aver recuperato dall’infortunio che lo ha tenuto ai box un paio di settimane: sarà lui a guidare l’attacco della squadra biancoblu.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà