Carpaneto, per il dopo Ciceri spunta la pista extra-lusso: idea Stefano Rossini

04 Maggio 2016

Rossetti

Che il Vigor Carpaneto fosse società decisamente ambiziosa, lo si era intuito da tempo. Le conferme in tal senso giungono dalle voci di mercato che in queste ore si stanno rincorrendo. Dopo l’incontro tra il presidente Giuseppe Rossetti, il ds Mario Barbieri e il mister Andrea Ciceri, le strade tra il club e il tecnico sembrano allontanarsi inesorabilmente. Ancora nulla di certo, ma sembra che l’ipotesi divorzio sia la più plausibile.

Per la successione, l’idea dell’ultima ora sarebbe rappresentata da Stefano Rossini: l’ex terzino dell’Inter è ora alla guida del Pavia dove è subentrato a Fabio Brini a campionato in corso. Dunque un obiettivo molto ambizioso e per questo ancor più complicato da raggiungere. Sullo sfondo rimane l’ipotesi di Alberto Mantelli (richiesto anche dal Lentigione), ma anche quella di Massimo Mazza, in caso di addio alla Fidentina.

Sul fronte giocatori, il presidente biancoazzurro, sembra intenzionato a ripartire dal reparto arretrato: oltre ad un giovane portiere, è caccia aperta ad almeno un difensore. In cima al taccuino, ci sono i nomi di Matteo Longhi (Salsomaggiore) e del duo fiorenzuolano Dennis Piva e Marco Fogliazza.

Per concludere, un occhio alla Promozione: l’Agazzanese ha confermato anche per il prossimo campionato, Sandro Melotti che dunque rimane sulla panchina granata.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà