Al Tardini sfuma il sogno biancorosso. Ma il Piace esce tra gli applausi

24 Maggio 2017

Sfuma il sogno biancorosso: allo stadio Tardini, il Parma si impone con il punteggio di 2-0 dopo il pareggio a reti bianche della gara di andata e accede così alla terza fase dei play off di Lega Pro. Solo applausi peró, per un Piace ammirevole, a tratti anche superiore alla formazione di D’Aversa in gol in avvio di ripresa con il suo uomo più pericoloso, Nocciolini, e con Baraye nel finale, con i biancorossi in dieci dopo il doppio giallo rimediato da Sciacca.

Franzini è privo di Abbate è così vira su un 4-3-3 che prevede Matteassi e Franchi a sostegno di Romero, Nobile parte dalla panchina. Sul fronte opposto, Lucarelli out per infortunio, Scozzarella per scelta tecnica: c’è Corapi a dirigere la mediana e la scelta si rivelerà più che azzeccata.

Primo tempo che parte con il Piace in gran spolvero: venti minuti di ottimo calcio nel corso dei quali Taugourdeau e soci prevalgono anche sul piano del palleggio, ma creano poco dalle parti di Frattali. Solo un tentativo, peraltro velleitario, con il sinistro dalla distanza di Pergreffi. Il Parma cresce nella seconda parte, ma anche in questo caso, rari i pericoli per Miori, impegnato soltanto da Nocciolini con un destro da posizione defilata.

Ripresa e subito una brutta notizia sul fronte piacentino: Saber è costretto ad alzare bandiera bianca, dentro Nobile. L’avvio gialloblù è micidiale: prima Iacoponi fallisce di testa da pochi passi, una grossa opportunità; al 6′ però, la fuga mancina di Scaglia è letale: cross al bacio per Nocciolini che, in spaccata, buca l’incolpevole Miori. Nonostante tutto, il Piace ci prova ma quando Sciacca, al 27′, rimedia il secondo giallo, si intuisce come le speranze siano ormai nulle. Il Parma va a nozze in contropiede: prima Baraye spreca l’incredibile a tu per tu con un bravissimo Miori, ma al 36′ non fallisce il secondo duello che vale il 2-0 e i titoli di coda sulla stagione del Piacenza.

Un epilogo che lascia tanto amaro in bocca, ma che non scalfisce in alcun modo la straordinaria stagione della formazione dei Gatti: a fine partita, i 600 piacentini hanno salutato con cori e applausi la squadra di Franzini che esce a testa altissima.

PARMA-PIACENZA 2-0
MARCATORI: Nocciolini al 6′ s.t., Baraye al 36′ s.t.
PARMA (4-3-3) Frattali; Mazzocchi (dal 39′ s.t. Messina), Iacoponi, Di Cesare (dal 42′ s.t. Saporetti), Scaglia; Scavone, Corpai, Munari; Nocciolini (dal 25′ s.t. Edera), Calaiò, Baraye. A disposizione: Zommers, Coly, Garufo, Nunzella, Scozzarella, Giorgino, Simonetti, Mastaj, Sinigaglia. All. D’Aversa
PIACENZA (4-3-3) Miori; Sciacca, Silva, Pergreffi, Masullo; Saber (dal 1’s.t. Nobile), Taugourdeau, Cazzamalli (dal 41′ s.t. La Vigna), Matteassi (dal 22′ s.t. Tulissi), Romero, Franchi. A disposizione: Lanzano, Castellana, Abbate, Colombini, Dossena, Segre, Bertoli, Franchi, Pozzebon, Debelijuh. All. Franzini
Arbitro: Massimi di Termoli
Note: ammoniti Sciacca, Nocciolini, Franchi e Taugourdeau. Espulso Sciacca al 27′ s.t. per somma di ammonizioni. Spettatori 7.943, incasso euro 109.783,00.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà