Al Piacenza Calcio la gestione del Garilli. Deserto il bando Palabanca

22 Giugno 2017

E’ la società Piacenza Calcio ad essersi aggiudicata la gestione dello stadio Garilli per i prossimi due anni. Alle 15 di giovedì 22 giugno è avvenuta l’apertura dell’unica busta pervenuta al bando emesso dall’amministrazione comunale, che prevede un canone annuale a base d’asta simbolico, pari a mille euro, a fronte di spese complessive di gestione dell’impianto sportivo quantificate in 232mila euro.

Con un rilancio dell’1% la società calcistica si è assicurata la gestione, che durerà dal primo luglio 2017 al 30 giugno 2019, rinnovabile per un altro anno.

Deserto invece l’altro bando, quello per la gestione del Palabanca, in scadenza il 30 giugno.

“Dispiace che il bando sia andato deserto – fanno sapere dal Comune – perché pensiamo di aver predisposto una formula che potesse andare incontro alle esigenze di eventuali società interessate – con un fronte temporale di gestione della struttura sufficientemente ampio, di cinque anni – e alle disponibilità esigue di bilancio destinate a questo capitolo”.

Il bando che prevedeva la concessione per cinque anni del Palananca che dal 1° luglio entrerà nella piena disponibilità del patrimonio comunale e all’interno del quale era previsto che i costi di gestione ordinaria e straordinaria fossero a totale carico della società aggiudicataria. Con tempistiche difficili da prevedere, visto l’imminente cambio di amministrazione, sarà necessario procedere con la pubblicazione di un nuovo bando che possa risolvere la questione e cancellare la possibilità di un Palabanca inutilizzato.

“Un bando che per come è stato formulato, nei termini e nelle garanzie che chiedeva, per noi era troppo oneroso – ha fatto sapere Guido Molinaroli, presidente di Lpr Volley -. Ora chiederemo al Comune come comportarci – ha spiegato – perché i tempi che intercorrono tra oggi e la data di iscrizione alla SuperLega, il 3 luglio prossimo, sono meramente ristretti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà