Coinvolto il Piace

Ridare al calcio una dimensione per famiglie, parte il Progetto 3P

20 novembre 2017

Riportare le famiglie allo stadio, abbattere la percezione di pericolo che si corre andando alla partita, contrastare le frodi e le scommesse.

Sono gli obiettivi di Progetto 3P – Patto, Passione, Partecipazione –, l’iniziativa nazionale pensata dal Ministero dell’Interno in collaborazione con le federazioni e associazioni del gioco del calcio per restituire al gioco del pallone quella dimensione di divertimento e serenità, senza tensioni e senza paura, spesso scomparsa.

“Un passo fondamentale per salvare il calcio e renderlo migliore – ha spiegato il questore di Piacenza Salvatore Arena durante la presentazione del progetto, avvenuta nella mattina di lunedì 20 novembre -, nel quale è fondamentale la massima collaborazione tra questura, tifosi, società calcistiche, organi di pubblica sicurezza e media”.

Dodici le squadre di lega Pro selezionate per questo progetto, che andrà avanti per tre stagioni calcistiche, e tra queste il Piacenza Calcio, rappresentato in conferenza stampa dal direttore generale Marco Scianò, dal direttore sportivo Luca Matteassi e dallo Slo (“Supporter Liaison Officer”) Marco Balordi.

“Fondamentale per raggiungere lo scopo – secondo il direttore generale del Piacenza Calcio -, un nuovo stadio a Piacenza, capace di ridare slancio all’economia diretta e indotta, e di far avvicinare alle competizioni le famiglie con i bambini”.

La prima occasione per portare le famiglie allo stadio sarà l’incontro Piacenza – Alessandria di venerdì prossimo alle 20.45, al quale si potranno portare i bambini nei settori distinto e rettilineo a prezzi agevolati.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE