Serie C

Pro Piacenza il “redivivo”: contro la Giana, Cavagna promette battaglia

21 dicembre 2017

14 punti in 7 giornate (ottenuti grazie a quattro vittorie, due pareggi e una sola sconfitta) sembrerebbero a prima vista il rendimento di una squadra degna di un sontuoso piazzamento playoff, e invece si tratta del recente bottino incamerato da una compagine desiderosa più che mai di mettersi definitivamente alle spalle le sabbie mobili della bassa classifica. Stiamo parlando del Pro Piacenza di mister Fulvio Pea, che dopo un avvio al singhiozzo (con soli 7 punti racimolati nelle prime 12 giornate) ha saputo ritagliarsi un ruolino di marcia estremamente interessante, in grado di portare a quota 21 punti (di una lunghezza sopra la zona calda) la compagine rossonera. A rendere possibile la recente rinascita rossonera, oltre ai gol di un sempre più decisivo Danilo Alessandro, vi è sicuramente la nuova sistemazione tattica con la quale il tecnico lodigiano sta mandando in campo la sua squadra, con il funambolico fantasista romano alle spalle delle due punte, con il supporto di un centrocampo muscolare e di sostanza.

Ecco quindi che Janis Cavagna, duttile centrocampista di scuola Atalanta con un passato tra le fila del Trapani (che sfiorò la Serie A nella stagione 2015/2016) si è ritagliato sempre di più un ruolo da titolare nel reparto mediano della compagine rossonera. La svolta? Per Cavagna non ci sono dubbi: la partita contro Monza dell’8 novembre scorso, nella quale la formazione piacentina ha gettato le basi per l’impresa di risalire la china della classifica. “In quell’occasione – afferma il 22enne bergamasco – la squadra ha avuto una vera e propria reazione di orgoglio: sapevamo di avere le qualità giuste per fare bene in questo campionato, ma i risultati non ci stavano dando ragione, nonostante avessimo sempre mandato in campo un buon calcio e avessimo spesso prodotto prestazioni importanti. Da quella vittoria un po’ sofferta abbiamo saputo rialzarci, consapevoli di avere un gruppo molto solido e giocatori in grado di fare la differenza risolvendo la partita anche con una sola giocata: una buona base per riprendere a fare punti”.

Con la quadratura che pare finalmente stabilita e soprattutto quella consapevolezza nei propri mezzi che solo i risultarti sanno conferire, il Pro Piacenza si appresta ad affrontare in trasferta sabato 23 dicembre una Giana Erminio anch’essa galvanizzata dai recenti risultati, in grado di proiettarla dalla zona playout a quella playoff nel giro di una manciata di partite. “Sarà sicuramente una partita complicata – prosegue il centrocampista – loro vengono da un ottimo periodo e viaggiano sulle ali dell’entusiasmo. Troveranno però un Pro Piacenza agguerrito e assetato di punti, ben lontano da quello arrancante di due mesi fa, quindi sarà sicuramente un match apertissimo“.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE