Futuro incerto, Pighi: “Assenza di imprenditori, vergogna per la città”

21 Maggio 2018

Capire se la Wixo Lpr Piacenza potrà avere un futuro. Questo l’obiettivo dell’assemblea pubblica di questa sera, 21 maggio, di scena Teatro President. #facciamosquadra: e’ l’hashtag lanciato dai Lupi biancorossi, storici supporters della società piacentina, per cercare ancora una volta di appellarsi alle Istituzioni, al fine di trovare nuovi investitori in grado di supportare economicamente la Wixo Lpr che, ad oggi, rischia seriamente di non iscriversi alla prossima stagione di Superlega. Anche le istituzioni hanno risposto presente a questo appello, a cominciare dell’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Patrizia Barbieri e dall’assessore Paolo Garetti.

“Abbiamo fatto molto ma raccattato niente”. Il mesto commento di Roberto Pighi, presidente onorario del club e principale sponsor della società biancorossa. “In questa città non siamo stati capaci di fare squadra. L’assenza della forza imprenditoriale piacentina all’assemblea di questa sera e’ una vergogna per la nostra città”.

Anche il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri e’ intervenuta nel corso dell’incontro. “Noi abbiamo fatto tutto quello che era possibile fare. Abbiamo contattato gli imprenditori singolarmente ma, eccetto un timido interesse iniziale, alla fine tutti si sono tirati indietro. Una delle nostre ipotesi, non perseguita perché non gradita, era quella di sollecitare gli imprenditori più piccoli con cifre meno importanti ma più numerose in termini di numero. Anche questa poteva essere una strada. Ribadisco che il comune e l’amministrazione ci sono e si mettono ancora una volta a disposizione, come del resto hanno sempre fatto. Puntare sulla pallavolo sarebbe un’operazione molto forte di marketing ma ci vuole qualcuno che alla fine metta mano al portafoglio. Non vedere imprenditori stasera e’ una prova del fatto che, nel concreto, si tratta di un’operazione molto difficile”.

“Si può fare un ultimo appello ai pochi imprenditori che potrebbero risolvere la partita”. L’onorevole Foti e’ categorico. “Convochiamo le quattro o cinque persone che potrebbero dare una mano in questo momento e chiedergli per l’ultima volta se hanno voglia di scendere veramente in campo”. Il suo invito e’ quello di abbandonare il “tatticismo piacentino”, in favore di un gioco di squadra. “Il Parma in tre anni e’ salito in serie A, questo e’ un esempio di come l’unione faccia la forza, cosa che Piacenza e i suoi imprenditori dovrebbero imitare”.

Le volontà ci sono, ma del resto non sono mai mancate. Eppure, il futuro della grande pallavolo a Piacenza, rimane più incerto che mai.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà