Piacenza-Carrarese 2-1

Piace da standing ovation, Franz senza freni: “Criticoni da social, vi compatisco”

17 ottobre 2018

E’ un Franzini mai visto quello che è salito in sala stampa: imbufalito, incontenibile di fronte ai giornalisti. “Non sono sui social, ma da quello che mi riportano, nonostante il primo posto e un semplice pareggio al cospetto dell’Albissola, sono già arrivate critiche nei confronti del sottoscritto. C’è una negatività incredibile intorno alla squadra, ma questa volta mi sono rotto i c……” sono le parole del tecnico di Vernasca che dunque non utilizza mezzi termine e continua: “Soltanto gli ultras hanno sostenuto la squadra dall’inizio alla fine anche a Chiavari. I “criticoni” via social stanno stancando, ma io, onestamente, li compatisco”.

Questo il resoconto dalla sala stampa, dopo che il Piace è tornato a fare il Piace e, nel big match della settima giornata del campionato di sere C, stendendo la Carrarese per 2-1. Succede tutto nella ripresa, con il gol di Barlocco in solitaria fuga dopo essere partito dalla sua area e, soprattutto, con lo strepitoso gol di Della Latta da metà campo. Piace ridotto in dieci dal 14’ della ripresa, ma capace di soffrire e di reggere anche dopo la rete di Tavano dal dischetto. Successo da standing ovation che porta i ragazzi di Frazini in testa alla graduatoria proprio al fianco dei toscani.

Mister Franzini, per l’occasione, presenta dal primo minuto bomber Pesenti, concedendo a Romero un turno di riposo. A metà campo recupera Marotta che torna a fungere da regista classico. Tra i toscani c’è Maccarone e non Tavano in avanti.

Partenza a razzo dei biancorossi che possono contare su una buona chance con Di Molfetta, ma il suo sparo da distanza ravvicinata si perde alle stelle. E’ una Carrarese che in ogni caso, quando parte, lascia intravedere doti importanti, sia in termini di rapidità, che di tecnica. Al 21’ però, clamorosa chance da gol per il Piace: fuga mancina di Barlocco il cui cross radente sarebbe solo da spingere in rete, ma Pesenti arriva in spaccata con una frazione di secondo di ritardo. Fase centrale della frazione che si sviluppa però senza grosse chance da rete, con la Carrarese che si fa viva dalle parti di Fumagalli grazie allo sparo di Bentivegna il cui destro a giro si perde sul fondo di poco. Tutto qui il primo tempo, con la sensazione che il Piace potesse osare maggiormente al cospetto dell’altissima retroguardia ospite.

Ripresa e mister Baldini ordina dalla tribuna un doppio cambio: fuori Karkalis, ma soprattutto Bentivegna, tra i migliori; dentro Giacomo Ricci e l’ex Pro, Pugliese. All’11’, la svolta: il direttore di gara concede un calcio d’angolo ai toscani anziché accordare un netto fallo ai danni di un difensore biancorosso. Sulla battuta, ribattuta della retroguardia e contropiede a tutta velocità condotto per oltre cinquanta metri da Barlocco che, giunto all’altezza del dischetto del rigore avversario, con il sinistro, fredda Borra per il gol del vantaggio piacentino. Sembra una serata in discesa, ma tre minuti più tardi, ecco il fattaccio: Troiani rimedia il secondo cartellino giallo e lascia i suoi in dieci. Altri cambi, con la Carrarese che si schiera con un 4-2-4 a trazione a dir poco anteriore. Tanti però gli spazi concessi per le ripartenze del Piace che rimane sornione fino al 24’, quando succede l’incredibile: Della Latta recupera un pallone a metà campo e, avvedutosi della posizione di Borra lontano dai pali, lo sorprende con uno spettacolare pallonetto che manda in delirio i tifosi biancorossi. Piacenza che non soffre più di tanto sulla ovvia reazione dei marmiferi che non trovano mai spazi per far male a Fumagalli. Al 39’ però, altro colpo di scena: Della Latta, ancora lui, entra in maniera scomposta su Caccavallo in area e il direttore di gara concede il penalty che Tavano trasforma con freddezza. E’ un finale di ovvia sofferenza per il Piace che si chiude a riccio sulle avanzate di una Carrarese in massa nella metà campo piacentina. Un’avanzata sterile grazie all’attenzione della retroguardia e dell’intera squadra che, seppur in inferiorità numerica, conquista tre punti pesantisismi per morale e graduatoria. Tre punti meritati.

Prossimo impegno per i biancorossi, domenica prossima a Busto Arsizio sul capo della Pro Patria.

PIACENZA-CARRARESE 2-1
MARCATORI Barlocco all’11’, Della Latta al 24’ e Tavano su rigore al 39’ s.t.
PIACENZA (4-3-3) Fumagalli; Troiani, Bertoncini, Pergreffi, Barlocco; Nicco (dal 34’ s.t. Corradi), Marotta, Della Latta; Sestu, Pesenti (dal 36’ s.t. Sylla), Di Molfetta (dal 44’ s.t. Spinozzi). (Calore, Verderio, Silva, Cauz, Romero, Fedato). All. Franzini.
CARRARESE (4-2-3-1) Borra; Carissoni (dal 17’ s.t. Coralli), Agyei, Ricci L., Karkalis (dal 1’ s.t. Ricci G.); Rosaia, Foresta (dal 1’ s.t. Pugliese); Bentivegna, Caccavallo, Valente (dal 17’ s.t. Tavano); Maccarone (dal 28’ s.t. Biasci). (Mazzini, Alari, Biasci, Rollandi, Fantini, Mobilio, Cardoselli). All. Marchionni (Baldini squalificato).
ARBITRO Gariglio di Pinerolo.
NOTE abbonati 1.522, paganti 1.014, incasso di 8.905 euro. Ammoniti Karkalis, Bertoncini, Pergreffi. Espulso Troiani al 14’ s.t. (doppia ammonizione).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE