Crisi societaria

Caos Pro Piacenza, lettera di Lucci alle famiglie dei ragazzi del vivaio: “Rimango al mio posto”

26 ottobre 2018

La delicata situazione del Pro Piacenza, con il club messo in mora da dipendenti e calciatori, presenta il conto anche sul fronte settore giovanile. Oggi, venerdì 26 ottobre, il responsabile del vivaio rossonero Settimio Lucci ha diffuso un comunicato con il quale prova a fornire rassicurazioni alle famiglie dei giovani calciatori.

“Il mio impegno e quello di tutte le persone coinvolte nella gestione del settore giovanile rimarrà invariato in attesa di una evoluzione che si spera possa essere positiva – dice l’ex difensore di Udinese e Piacenza -. Non nascondo però che potrebbero palesarsi disagi indipendenti dalla nostra volontà. Rimango però al mio posto, insieme a tutti i collaboratori, esclusivamente per rispetto di tutti i genitori e per i giovani che sono rimasti coinvolti ingiustamente in questa situazione”.

Nelle parole di Lucci si legge tutto quanto lo scoramento per un contesto che evidentemente non consente più di lavorare nella maniera auspicata nel giorno in cui accettò il nuovo incarico alla corte del presidente Maurizio Pannella: “Il nostro impegno rimane immutato – continua Lucci – e l’obiettivo sarà quello di salvaguardare il benessere dei nostri ragazzi: lavoreremo finché ce ne sarà data possibilità, cercando in ogni modo di mantenere la parola data ad inizio stagione e per garantire un futuro il più duraturo possibile”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE