Serie C senza pace, pioggia di penalizzazioni: -1 per il Pro, Lucchese quasi azzerata

31 ottobre 2018


Un punto di penalizzazione per Pro Piacenza e Arzachena in graduatoria, tre al Cuneo e soprattutto un terrificante -11 inflitto alla Lucchese. E’ questa la decisione assunta dal Tribunale Federale Nazionale a seguito dei deferimenti giunti nei giorni scorsi a carico delle società che hanno violato le norme che regolamentano iscrizioni ai campionati, ma non solo. Sono addirittura undici le società di serie C coinvolte, quattro appartenenti al girone A che vede protagoniste le due compagini piacentine.

Per il Pro si tratta di una penalizzazione ampiamente prevista e che riguarda la mancata presentazione nei termini previsti della fidejussione da 350 mila euro; in estate, il presidente Alberto Burzoni temporeggiò in attesa di un acquirente che bussò alla porta di via De Longe soltanto all’ultimo giorno utile e così, la garanzia venne presentata con un paio di giorni di ritardo dalla nuova proprietà facente capo a Maurizio Pannella. Per Alberto Burzoni e per il dirigente Carlo Sella, anche sei mesi di inibizione.

Per la società ora targata Seleco soltanto un antipasto viste le inadempienze fatte registrare negli ultimi tempi e relative al mancato pagamento degli stipendi che hanno costretto i tesserati a procedere con la richiesta di messa in mora e, notizia di poche ore fa, a minacciare uno sciopero per il match di domenica prossima con la Lucchese. Proprio la società toscana, a causa di numerose inadempienze, si è vista piovere addosso una spaventosa mannaia: undici punti di penalità a fronte dei 13 conquistati in campo.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Sport