Crisi Pro Piacenza

Pannella ostenta tranquillità: “Chiarirò tutto”. L’assessore Cavalli: “Si risolva al più presto la vicenda”

31 gennaio 2019


Neppure gli ultimi pesantissimi sviluppi delle questioni societarie e sportive sembrano scalfire Maurizio Pannella. Il presidente del Pro Piacenzaindagato dalla Procura di Piacenza per appropriazione indebita, truffa e false fatturazioni in relazione alla gestione della società rossonera, è certo di poter chiarire tutto.
“C’è un indagine in corso, quindi non posso entrare nei dettagli – spiega – ma posso dire che quelli della magistratura sono atti dovuti, conseguenti all’esposto presentato dall’ex direttore generale Massimo Londrosi. Se sarò chiamato dagli inquirenti, risponderò a tutte le eventuali contestazioni e chiarirò tutto”.

Stessa posizione per l’avvio dell’iter di radiazione da parte della Figc per la squadra, che non si presenta in campo da 5 partite a causa della profonda crisi societaria e il mancato pagamento degli stipendi che ha fatto svincolare praticamente tutti i giocatori in rosa: “Credo che la Federazione non voglia escludere il Pro Piacenza – commenta Pannella – faremo in modo di trovare un punto di convergenza”.

“L’Amministrazione comunale ha accolto con soddisfazione la notizia dell’avvio del processo di revoca dall’affiliazione per il Pro Piacenza. Ora confidiamo nella celerità del procedimento e nella definitiva conclusione di questa inqualificabile vicenda, che nulla ha a che vedere con i valori e la tradizione secolare di una società che tanto ha dato al nostro territorio”. Così l’assessore allo sport del Comune di Piacenza Stefano Cavalli commenta la delega per l’avvio dell’iter di radiazione del club rossonero, sottolineando l’importanza del provvedimento “per gli oltre 150 ragazzi del settore giovanile, che finalmente potranno vestire altre maglie e vivere appieno, in modo sano e autentico, la loro passione per il calcio”.

Il comunicato del Comune

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE