Ferrari e un eurogol di Corradi: il Piace stende la Juve dei giovani e torna a correre in classifica

02 Marzo 2019

Il Piacenza sbriga la pratica Juventus Under 23 grazie ad un prodigio balistico di Corradi nel finale di ripresa dopo le reti di Ferrari e il pareggio di Kastanos. Bianconeri che hanno pagato a carissimo prezzo una prestazione sconcertante sul piano difensivo, con il Piace che ogniqualvolta ha tentato l’accelerazione, ha messo in difficoltà la retroguardia di Zironelli. Vittoria fondamentale in ottica graduatoria nella lunga corsa al secondo posto che proseguirà fino al termine della stagione regolare.

Mister Franzini deve rinunciare a ben sei giocatori e le scelte in panchina sono limitatissime. Il modulo è ancora 3-5-2 con l’esordio dal primo istante di Bachini a completare il terzetto arretrato con Bertoncini e Pergreffi.

Gara divertente in avvio, complici anche i diversi errori compiuti in fase di disimpegno dalla retroguardia della Juve. Prima, al 4′, chance per Marotta che si è inserito nel pasticcio combinato da Nocchi e Alcibiade: pallone sul fondo. Al 9′, altro errore di Alcibiade che spedisce Ferrari in contropiede in campo aperto: assist per Terrani ma il suo tiro risulta debole con Nocchi che respinge in qualche modo. Dopodiché la sfida si spegne e, dal punto di vista dello spettacolo, lascia parecchi a desiderare: tantissimi errori di impostazione, nessuna occasione da gol creata. Fino al 36′, quando una clamorosa mischia in area, susseguente ad una azione d’angolo, produce tre incredibili chance da rete per il Piacenza: due volte Pergreffi e Bachini ci provano ma la traversa e un salvataggio sulla linea salvano Nocchi in grave difficoltà. All’ultimo minuto però, ecco il gol che sblocca il match: accelerazione centrale di Barlocco che, dopo aver seminato un nugolo di avversari, serve Ferrari che, con il sinistro in diagonale, trafigge il portiere ospite prima dell’intervallo.

Ripresa e mister Zironelli cambia: dentro Coccolo, fuori Del Prete. Juve che non accenna reazioni e Piace che si limita a controllare la sfida senza patemi. Al 20′, primo intervento, peraltro assai goffo, per Nocchi nel secondo tempo: è Ferrari a chiamare in causa il portiere bianconero con un bel destro a giro, deviato pericolosamente dall’estremo difensore torinese. Sfida che sembra in pugno ma un minuto dopo, a sorpresa, arriva il gol della Juve: dormita difensiva biancorossa e pallone per Kastanos che, dal cuore dell’area esplode un gran destro che trova l’incrocio dei pali alla sinistra di Fumagalli. Terrani, al 28′, avrebbe il pallone del nuovo sorpasso: assist di Ferrari e pallone incredibilmente alle stelle. Trascorrono due minuti e Barlocco centra il palo da due passi su azione susseguente a calcio d’angolo. È un frangente favorevole al Piace che spinge a tutta, ma Corradi tenta il pallonetto da due passi: pallone sulla parte superiore della rete. Il centrocampista si fa perdonare al 32′ con un gol fenomenale: fucilata mancina dai venticinque metri e pallone spedito all’incrocio dei pali. Rete da standing ovation, con Pergreffi che poco dopo sfiora il tris con un gran colpo di testa appena a lato. Nel finale, brivido con Mavididi che, su cross da sinistra, alza troppo la mira con una incornata che grazia Fumagalli.

Sabato prossimo, turno di riposo per il Piace che avrebbe dovuto affrontare il Pro Piacenza, ora radiato dal campionato.

PIACENZA-JUVENTUS B 2-1
MARCATORI Ferrari al 44′ p.t.; Kastanos al 21′ e Corradi al 32′ s.t.
PIACENZA (3-5-2) Fumagalli; Bertoncini, Bertoncini, Pergreffi; Corsinelli (dal 35′ s.t. Di Molfetta), Porcari, Marotta, Corradi, Barlocco (dal 40′ s.t. Cauz); Ferrari (dal 40′ s.t. Perez), Terrani (dal 47′ s.t. Sylla). (Calore, Calzetta). All. Franzini
JUVENTUS U.23 (4-3-3) Nocchi; Morelli (dal 32′ s.t. Andersson), Del Prete (dal 1′ s.t. Coccolo), Alcibiade, Masciangelo (dal 15′ s.t. Beruatto); Muratore, Toure, Kastanos (dal 31′ s.t. Bunino); Zannimacchia (dal 15′ s.t. Caviglia), Mokulu, Mavididi. (Busti, Del Favero, Andersson, Di Pardo, Bunino, Olivieri, Pozzebon, Boloca, Frederiksen). All. Zironelli
ARBITRO Natilla di Molfetta

© Copyright 2021 Editoriale Libertà