Revocata la gestione del Siboni al Pro. “Mortificata l’essenza dello sport”

22 Marzo 2019

Una società sportiva “che ha proceduto mortificando l’essenza stessa della competizione”. Che “ha posto in essere “consapevoli, plurime, fraudolente violazioni regolamentari” ponendosi in evidente contrasto con i principi affermati negli atti statutari e regolamentari del Comune sul rispetto delle regole e dello spirito di lealtà e correttezza sportiva”. E che oggi si trova “nell’impossibilità di svolgere la propria attività”.
E’ con queste motivazioni, contenute in apposita determina dirigenziale, che Palazzo Mercanti ha revocato il contratto di gestione dell’impianto sportivo Siboni di via De Longe all’associazione sportiva “Pro Piacenza 1919”, la società di calcio rossonera radiata dal campionato di serie C per la disastrosa e grottesca gestione del presidente Maurizio Pannella (chiamato a rispondere di vari reati sia di fronte alla giustizia ordinaria che a quella sportiva).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà