Gara cardioprotetta

La pioggia non ferma la Placentia Half Marathon. Gara a Josphat Chumo e Ivyne Lagat. Ayoub Boussabbaba e Marta Miglioli primi tra i piacentini

5 maggio 2019

Con il tempo di 1 ora, 3 minuti e 34 secondi, è il keniota Josphat Chumo, esordiente nelle gare fuori da suo paese, il vincitore della 24esima edizione della Placentia Half Marathon. che con oltre 1200 iscrizioni ha preso il via alle 9.30 di oggi, domenica 5 maggio.  Al secondo posto Kipkorir Roncer Konga, con un tempo di 1 ora 4 minuti e 17 secondi. Terzo classificato Benard Kipkorir, in 1 ora, 4 minuti e 36 secondi.

La gara femminile è andata a Ivyne Lagat con il tempo di 1 ora, 12 minuti e 20 secondi, poi Lenah Jerotich in 1, ora 13 moniti e 8 secondi e al terzo posto Adha Munguleya con 1 ora, 17 minuti e 7 secondi.

Tra i piacentini il primo classificato è Ayoub BoussabbabaMatteo Maiocchi secondo e Claudio Tanzi terzo, mentre Marta Miglioli, sesta assoluta nella gara femminile, è la prima delle piacentine.

Lo start è avvenuto in piazza Cittadella, mentre l’arrivo è come sempre posizionato in piazza Cavalli. Una gara resa particolarmente difficile dalla pioggia battente, dalle basse temperature e dal vento contrario che in corso Europa ha ostacolato gli atleti.
Tra le vittime illustri del maltempo Viola Jelagat, vincitrice della scorsa edizione, che si è ritirata.

La pioggia battente non ha impaurito qualche centinaio di temerari che hanno affrontato le intemperie per prendere parta alla camminata delle scuole e delle associazioni sul Facsal.

Ospiti nel set di Telelibertà, durante la diretta condotta dal direttore Nicoletta Bracchi, varie donne.

Claudia Salvarani della Questura di Piacenza e testimonial del progetto “Questo non è amore”, con l’obiettivo di sensibilizzare le donna sulla violenza di genere. Daniela Aschieri cardiologa e responsabile di Progetto Vita “per rendere Piacenza primogenita anche nella cardioprotezione”.
Maria Luisa Mei vicequestore: “C’è tantissimo entusiasmo nonostante il maltempo. Per noi della Polizia e della Questura è sempre un momento molto importante per stare in mezzo alla gente”. Paola Capozzi, direttrice scuola di Polizia. “Un grazie a tutti quelle che dalla notte stanno lavorando per organizzare al meglio questa grande manifestazione”. Maria Pia Romita dirigente della divisione anticrimine della Questura: “Dopo tanti anni ci troviamo ancora qui con Pietro Perotti e Alessandro Confalonieri a organizzare questa bellissima manifestazione. Noi della Questura continuiamo a promuovere anche le iniziative di sensibilizzazione sulla violenza alle donne”. Il sindaco e presidente della Provincia, Patrizia Barbieri: “Emozionante il contatto tra i bambini della minimaratona e gli atleti”.

Presente anche il Prefetto Maurizio Falco: “Siamo una comunità che corre, in tutti i sensi. Dobbiamo tenere il passo con la solidarietà, perché il valore dello stare insieme significa aspettare l’ultimo che arriva e accettarlo come se fosse il primo”.

Intervenuto anche il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Massimo Toscani: “Deve essere un evento fisso della città per contare sulla continuità dello sport. Si vince se si lavora insieme e se c’è partecipazione corale”.

Premiati dal presidente provinciale Avis Leonardo Fascia i donatori primi classificati.

I 21 chilometri della Placentia Half Marathon sono anche l’occasione per Progetto Vita per festeggiare i suoi 21 anni di vita. A ogni chilometro della gara è stata attivata una postazione con defibrillatore e un istruttore dell’associazione per sensibilizzare gli spettatori sull’utilizzo del defibrillatore e dell’applicazione regionale DAE RespondER.

Replica della trasmissione alle 23 di questa sera, mentre venerdì 10 ci sarà uno speciale sempre su Telelibertà.
Su Libertà domani 4 pagine dedicate all’evento sportivo, mentre martedì l’elenco completo dei classificati.

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport