Dopo il 2-1 sul Modena

Mister Franzini: “Serve pazienza. Il Piace, però, non molla mai”

1 settembre 2019

“La vittoria sul Modena è stata ottenuta con gli ingredienti che reputo più importanti per fare un campionato di vertice: cuore, determinazione e voglia di non mollare mai“. Mister Franzini si coccola i tre punti, nonostante la prestazione dei suoi ragazzi contro il Modena non abbia convinto più di tanto il presidente onorario Stefano Gatti, ma soprattutto ci tiene ad evidenziare i punti di forza del suo Piace. “Le squadre normali – ha affermato il tecnico di Vernasca -, dopo episodi negativi come quelli che abbiamo subito questa sera nel corso della partita, si squagliano. Le squadre forti, dagli episodi negativi, riescono a trarre nuova forza, spesso necessaria per vincere anche le partite più difficili”.

Certo, l’allenatore biancorosso ammette anche come certi aspetti, su tutti la condizione della squadra, siano ancora da affinare: “Abbiamo giocato contro una squadra forte e con un gioco più rodato rispetto a noi: non dimentichiamo che alcuni giocatori, come ad esempio Borri, poi entrato in campo, li ho visti per la prima volta questa sera, senza aver mai sostenuto con loro un solo allenamento. Non nascondo, inoltre, che le questioni di mercato non ci abbiano fatto lavorare del tutto sereni: è stata una settimana dura da questo punto di vista e devo ammettere che non vedo l’ora che il mercato si chiuda. Occorre inoltre pazienza: non siamo ancora al 100%.”

Franz si concentra poi sulla prestazione dei suoi. “Secondo me siamo partiti molto meglio rispetto alla sfida di Arzignano, disputando un discreto primo tempo e un buon avvio di ripresa. Dopo il primo gol di Pergreffi siamo un po’ calati e, con l’ingresso di tutta la batteria offensiva del Modena, siamo andati in difficoltà. Sull’1-1 ho preferito coprirmi, per cercare di sopperire a questa situazione di calo fisico. Loro hanno spinto parecchio, ma con il cuore, i nervi e perché no, anche con un pizzico di fortuna, siamo riusciti a fare nostra la partita. Il prossimo match al cospetto della Triestina? Sarà dura – conclude Franzini -, al momento credo che sia la squadra più attrezzata, e anche più rodata, dell’intero girone. Ma noi siamo il Piacenza e andremo a Trieste a giocarcela a viso aperto come sempre”.

Infine, ecco presentarsi in sala stampa un raggiante Antonio Pergreffi che, con due gol, si è meritato la palma di uomo-partita. “Oggi la cosa fondamentale era portare a casa i tre punti, per dare un segnale importante alle altre squadre ma soprattutto a noi stessi. La mia doppietta? Ormai ci sono abitutato – scherza il centrale biancorosso – ricordate il derby con la Cremonese?”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE