In seconda categoria

Follia a Caorso: lite tra giocatori e dopo l’espulsione entrano in campo anche i tifosi

10 novembre 2019

Altra domenica di calcio dilettanti caratterizzata da episodi di violenza che hanno impedito addirittura il pieno svolgimento di un match di Seconda Categoria. E’ accaduto a Caorso dove la locale formazione stava affrontando il Pro Villanova.

Risultato fermo sull’1-0 in favore dei padroni di casa dopo che gli ospiti hanno sbagliato due calci di rigore: tensione in campo, ma nulla che possa far presagire ciò che invece si concretizza a cinque dal termine. Un fallo a metà campo innesca la lite tra due giocatori che vengono pesantemente alle mani: una volta separati, i due vengono espulsi dal direttore di gara e tutto sembra destinato ad un finale senza ulteriori scossoni. E invece, dagli spalti ecco scendere in campo un gruppetto di tifosi che, stando a quanto raccolto, sono entrati in contatto con alcuni calciatori e spingendo l’arbitro a sospendere il match. Un putiferio che non ha provocato fortunatamente feriti ma che si va ad inserire nell’ormai ricchissima narrativa riguardante la violenza e la follia pura che ruota intorno al calcio. A tutti i livelli.

Il risultato della gara non sarà ovviamente omologato, in settimana sarà pesante il verdetto del giudice sportivo che potrebbe comminare pesanti squalifiche oltre alla sconfitta a tavolino di una delle due squadre.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Provincia Sport