Il Reggio Emilia dal dna piacentino allunga in vetta

17 Febbraio 2020

Un rallentamento che, a motore spento, vale come un’accelerata. E’ lo “strano” week end in A2 maschile del Tennistavolo Reggio Emilia dal dna piacentino, con la prima squadra reggiana dove militano i magiostrini Mattia Crotti e Luca Ziliani e il castellano Stefano Ferrini insieme al mantovano Damiano Seretti.

Sabato la formazione del presidente Munarini, alla vigilia capolista del girone con 2 lunghezze di vantaggio su Cagliari, ha pareggiato (3-3) sul campo del Cus Torino, formazione in lotta per la salvezza. Il primo “x” stagionale poteva far vedere il bicchiere di giornata mezzo vuoto, ma 24 ore dopo il risultato a sorpresa di Cagliari, ko a Romagnano (4-2), ha rilanciato la corsa in testa di Reggio Emilia, ora a +3 sugli stessi isolani e con 4 lunghezze di vantaggio sulla coppia Castel Goffredo-Carrara.
Sul tavolo piemontese, ancora una volta a trascinare i reggiani è stato Mattia Crotti, autore di un’altra doppietta contro Lorenzo Cordua e Davide Ferrero, entrambi regolati 3-0. Il terzo punto di squadra è stato conquistato da Damiano Seretti (3-0 contro Cordua), mentre Ferrini ha ceduto senza vincere parziali prima contro Ferrero e poi contro Romualdo Manna, in precedenza a segno 11-9 al quinto set contro Seretti.

Un crocevia importante sarà il prossimo turno di campionato (terz’ultima giornata), in programma nel week end del 7 e 8 marzo, con il Reggio Emilia Ferval di scena sabato 7 a Castel Goffredo (Mantova), mentre il giorno successivo si giocherà Cagliari-Carrara.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà