Un nuovo regista per il Piace: ecco Antonio Palma, in sede per la firma

08 Settembre 2020

Il mercato biancorosso, che sembrava in dirittura d’arrivo, riserva nuove sorprese. Ieri Simone Di Battista ha messo a segno un colpo che gli stava particolarmente a cuore: questa mattina è arrivato a Piacenza, per sottoporsi a tamponi veri, visite mediche e firma del contratto, Antonio Palma. Trattasi di un centrocampista, il classico play da piazzare davanti alla difesa, che il dirigente biancorosso seguiva fin dai tempi delle giovanili dell’Atalanta, altro prodotto del gruppo dei Gagliardini, Caldara e Conti. Palma, monzese classe 1994, ha una lunga carriera, praticamente tutta in Serie C: Nocerina, Como, poi 5 presenze in B con il Cittadella e ancora in C con FeralpiSalò, Juve Stabia, Teramo, Renate, Giana Ermino e Rimini. A lui Manzo affiderà la responsabilità delle geometrie di partenza dell’azione, consentendo a D’Iglio di rioccupare il ruolo de mezzala che sente più suo. Insomma, arriva un uomo importante nello scacchiere che sta nascendo.

Prossimo obiettivo, oltre al portiere da affiancare a Vettorel (soluzione entro la settimana), un difensore che possa portare esperienza al reparto. Capitolo esuberi o presunti tali. La situazione di Corradi, Nicco, Borri e Sylla sembra destinata a protrarsi fino alla fine del mercato, anche perché gli interessati hanno finora rifiutato ogni tipo di soluzione. Corradi, ad esempio, è fortemente richiesto dalla FerapiSalò, dove lo vuole mister Pavanel, che è stato il primo a lanciarlo: manca l‘accordo economico. Nicco ha avuto offerte da Juve Stabia, Monopoli e Pro Patria. Borri ha rifiutato il trasferimento al Legnago, sempre in Serie C, mentre Sylla ha detto no ad alcune offerte di serie D, fra le quali quelle di squadre ambiziose come Varese e Rimini. La fine della storia è comunque scritta: non giocheranno più nel Piacenza, mentre Di Battista si sta dando un gran daffare, tenendo conto della ristrettezza del budget a disposizione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà