L'Alessandria prevale per 2-0

Arrighini rovina il ritorno in panchina di Manzo, Piace ko al Moccagatta

15 novembre 2020

In pancina è tornato Vincenzo Manzo, finalmente negativo al Covid, ma non la vittoria per il Piacenza che si è inchinato all’Alessandria, vittoriosa con un 2-0 secco. E’ stato Arrighini, con una doppietta, il giustiziere del Piace che nonostante un approccio convinto e una condotta di gara decisamente migliore rispetto alla prestazione offerta mercoledì scorso con la Pro Patria, ha dovuto fare i conti con la maggiore esperienza e incisività offensiva degli avversari. Un ko che mantiene il Piacenza nelle zone che scottano di classifica, la vittoria ora manca dal 25 ottobre quando Battistini e soci violarono il Rigamonti Ceppi di Lecco.

Mister Manzo cambia tre elementi rispetto alle precedenti uscite: Renolfi rimpiazza l’assenza di Visconti, Pedone dà respiro a Corbari in mediana, mentre in attacco c’è Lamesta e non Ghisleni a far coppia con Gonzi, con Corradi a fungere da trequartista.

Avvio di gara molto incoraggiante quello che ha visto protagonisti i biancorossi con Lamesta immediatamente pericoloso sul versante di destra e con un gran pressing portato furiosamente a tutto campo sui portatori di palli piemontesi. L’Alessandria ha faticato a trovare le punte con Di Quinzio libero di svariare tra le linee ma quasi mai in grado di trovare spunti per Arrighini ed Eusepi. Proprio quest’ultimo, al 22′, ci ha provato con una grande incornata da azione d’angolo che ha spedito il pallone appena sopra la traversa a Vettorel battuto. Le premesse iniziali sono state però disattese visti i tanti errori tecnici che hanno caratterizzato la prima frazione su entrambi i fronti. Primo intervento vero di Vettorel addirittura al 37′ con i pugni dell’estremo difensore biancorosso che hanno respinto la fucilata da fuori area di Casarini. I piemontesi hanno alzato in maniera consistente il baricentro nella fase finale della frazione, ma lo 0-0 è sembrato al sicuro. Fino al 42′, quando in contropiede Arrighini lanciato in profondità da Parodi, ha bruciato Parodi e ha superato anche Vettorel in uscita prima di depositare il pallone in rete. Clamorosa, in pieno recupero, l’opportunità sciupata per il pari da Gonzi: il destro da pochi metri scagliato dall’attaccante si è rivelato potente ma centrale, Pisseri ha respinto.

Nessuna sostituzione alla ripresa del gioco, ma Piacenza che si è presentato in campo con lo spirito giusto per cercare di rimettere in piedi la sfida. Peccato però che sono rimasti tanti, troppi, gli errori in fase di rifinitura. A cambiare è stato Gregucci che ha inserito Rubin e Sulijc per Celia e Castellano. Poco dopo, mano alla panchina anche per Manzo: dentro Siani e Corbari, fuori Pedone e un Corradi ancora una volta poco incisivo in fase di offesa. L’attesa per i riflessi delle sostituzioni è frustrata subito dopo, al 19′, dal gol del raddoppio alessandrino: Rubin ha disegnato un gran cross a centro area dove Bruzzone e Renolfi hanno palesato imbarazzo nel quale si è tuffato Arrighini che, con un gran colpo di testa, ha griffato la doppietta personale. Manzo si è giocato allora le carte D’Iglio, ma soprattutto Maritato per dare maggiore peso specifico al reparto avanzato: sono stati Galazzi e Gonzi, sulla cui coscienza pesa il pallone sprecato nel recupero del primo tempo, a lasciare spazio ai neo entrati. L’esito è stato del tutto impalpabile: Piacenza che ha prodotto un gran possesso palla ma che, come troppo spesso accaduto, non si è tramutato in chance da rete con Pisseri che si è limitato all’ordinaria amministrazione. E ora la classifica fa paura.

Prossimo impegno, sabato 25 novembre nell’anticipo della 12esima giornata quando al Garilli arriverà il Novara.

ALESSANDRIA-PIACENZA 2-0
MARCATORI Arrighini al 43′ p.t.; Arrighini al 19′ s.t.
ALESSANDRIA (3-5-2) Pisseri; Bellodi, Cosenza, Prestia (dal 12′ p.t. Blondett); Parodi, Casarini, Castellano (dal 12′ s.t. Sulijc), Di Quinzio (dal 35′ s.t. Steijepovic), Celia (dal 12′ s.t. Rubin); Arrighini (dal 35′ s.t. Chiarello), Eusepi. (Crisanto, Crosta, Macchioni, Mora, Poppa). All. Gregucci
PIACENZA (4-3-1-2) Vettorel; Simonetti, Bruzzone, Battistini, Renolfi; Pedone, Palma (dal 17′ s.t. Corbari), Galazzi (dal 25′ s.t. Maritato); Corradi (dal 17′ s.t. Siani); Gonzi (dal 25′ s.t. D’Iglio), Lamesta (dal 30′ s.t. Ballarini). (Anane, Martimbianco, Miceli, Losa, Saputo, Babbi, Ghisleni). All. Manzo
Arbitro Di Cairano di Ariano Irpino
NOTE Ammoniti Pedone e Blondett. Angoli 6-2.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE