Il tennistavolo piacentino si prepara a ripartire: ecco le date

29 Dicembre 2020

Salvo nuove disposizioni anti Covid, partirà il 15 gennaio il massimo campionato femminile di tennistavolo. L’attuale clima di incertezza non consente di fare previsioni a breve e medio termine, ma le decisioni condivise da Coni e federazione hanno indicato quella data come il punto di partenza dei campionati nazionali. La Teco Corte Auto farà il suo esordio a Bolzano contro l’Eppan per ricevere poi il Castelgoffredo il 23 gennaio e il Norbello il 6 febbraio. La situazione resta complessa perché la Teco non sa se potrà disporre delle due russe Valentina Sabitova e Olga Kulikova. In un primo tempo si pensava che bastassero gli esiti negativi dei tamponi per consentire alle due atlete di arrivare in Italia; poi la prospettiva di affrontare un periodo di quarantena ha decisamente complicato le cose. Così, la squadra magiostrina può contare sulle giovani Arianna Barani, Valentina Roncallo e Jamila Laurenti, integrate dal tesseramento come giocatrice del tecnico Olga Dzelinska. L’avvio di stagione era stato promettente per la società piacentina: debutto dell’attività nazionale con il Top 10 di Cortemaggiore e risultati brillanti anche in seguito di Arianna Barani, Francesco Conti e Costantino Cappuccio. Sarebbe poi arrivata la sconfitta nella Supercoppa per mano del solito Castelgoffredo (pesante l’assenza in quella occasione di Laurenti), ma – senza il ritorno della pandemia – si stava annunciando un percorso interessante. Anche perché, avendo nei suoi ranghi atleti di livello nazionale, la Teco ha potuto continuare a lavorare in palestra dal giugno scorso. Aggiornamenti sono alle viste pure per i campionati di serie B e C1, al netto di nuovi intralci.

Prenderà invece il via sabato 16 gennaio l’avventura del Tennistavolo Reggio Emilia nel campionato di A1 maschile, con la squadra reggiana che vedrà protagonisti nella massima serie due pongisti piacentini: il magiostrino Mattia Crotti e il castellano Stefano Ferrini, tra gli artefici della scorsa promozione dall’A2. La Fitet (Federazione italiana tennistavolo) ha deciso di far disputare solo il girone d’andata tra le undici formazioni al via, con semifinali (prime quattro) e finale scudetto in gara secca.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà