Anche quattro piacentine alla conquista dei campionati italiani di boxe  

22 Gennaio 2021

Mesi di lockdown e allenamenti divisi tra palestra e mura di casa le hanno rese ancora più agguerrite. Il loro obiettivo? Vincere quanti più match possibili, con il sogno di infilarsi al collo la più brillante tra le medaglie.

Roberta Bonatti, Ilaria Tosca, Hasnaa Bouyij e Jessica Altadonna: sono le quattro piacentine che martedì prossimo si lanceranno alla conquista dei Campionati italiani Assoluti di boxe maschili e femminili, che per una settimana terranno impegnato il ring di Avellino, sul quale – gli appassionati possono starne certi – si darà battaglia solo il meglio del pugilato tricolore. Si tratta in realtà dell’edizione 2020 che, rimandata a causa Covid la scorsa primavera, trova anomalo collocamento in questo fine gennaio. 

Tutti gli occhi, inutile dirlo, saranno puntati su Roberta Bonatti, che nella sua vincente carriera (a dispetto dei soli 23 anni) ha alzato al cielo il trofeo più ambito dai boxeur italiani in ben tre occasioni, ultima di queste nel 2019. Scontato come la “Robertina terribile” (che combatterà nei 48 chili, con i colori dell’Arma dei carabinieri) punti decisamente alla riconferma. Chiaro, le avversarie sono diverse e combattive: grande attenzione andrà riservata soprattutto alle pugili passate recentemente di categoria (dall’attività giovanile alle cosiddette Élite), che hanno dalla loro tanto cuore e una buona dose di sfrontato coraggio. 

Bonatti che, non dimentichiamolo, si è formata tirando pugni ai sacchi della palestra Salus Et Virtus, con la scuderia guidata dal maestro Roberto Alberti che quest’anno schiererà la più giovane del poker bianco-rosa. Si tratta di Hasnaa Bouyij, 21enne dal visino angelico ma dal pugno potente e preciso, pronta a farsi valere nei 51 chili. “Buona tecnica e ottima mentalità”: queste, secondo Alberti, le sue caratteristiche principali. Per lei sarà la prima volta agli Italiani, così come per Ilaria Tosca e Jessica Altadonna. Entrambe 28enni e allenate da Nicola Campanini della Boxe Piacenza, queste pugili (che combatteranno rispettivamente nelle categorie 54 e 69 chili) hanno dalla loro tanta voglia di affermarsi e già una buona dose di vittorie, nonostante abbiano infilato i guantoni solo un paio di anni fa. 

“Beato tra le donne” si aggregherà alla carovana rosa anche Amin Bilal (Salus Et Virtus), 22enne rapidissimo e molto tecnico che nei 56 chili darà del filo da torcere a chiunque: anche per lui la speranza è quella di primeggiare. In attesa dei sorteggi e soprattutto delle finalissime (che si terranno il 31 gennaio) la boxe piacentina si gode questa spedizione che, qualunque sia il risultato, per noi rappresenta già una bella vittoria.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà