Disastro Piace: Boccardi e Sersanti stendono i biancorossi che sciupano un rigore

24 Gennaio 2021

Il girone di ritorno del Piacenza si apre alla stessa maniera del turno ascendente: i biancorossi, allo Zecchini in maglia nera, subiscono un nuovo ko che interrompe la serie di quattro pareggi ottenuti nelle ultime uscite. Per Battistini e soci la vittoria manca dal 6 dicembre scorso. Con il Grosseto un 2-1 pesantissimo, caratterizzato da un calcio di rigore sciupato da De Respinis a metà ripresa sul punteggio di 1-0, seguito dal cartellino rosso rimediato da Martimbianco. In pieno recupero, la rete di Babbi, ma anche quella del raddoppio della Lucchese sul campo della Pergolettese: ora i rossoneri toscani, ultimi della classe, si ritrovano a -2 dal Piacenza che rischia grosso.

Mister Manzo ha varato un undici molto diverso rispetto alle precedenti uscite: fuori Palma con l’investitura di Miceli al ruolo di regista con Scorza all’esordio dal primo minuto nel ruolo di mezz’ala. In attacco, tandem pesante con la coppia Maio-De Respinis.

Primo quarto d’ora all’insegna del grande equilibrio; soltanto al 14′ arriva la stoccata da pochi metri di Maio che, defilato a sinistra, ha centrato l’esterno della rete. Un grave errore castigato cinque minuti più tardi da Boccardi, bravo ad approfittare di una dormita di massa della difesa piacentina: dopo lo stop a centro area, l’attaccante ha trovato il tempo per mirare e colpire Libertazzi in diagonale con Corbari in evidente ritardo. La reazione del Piace c’è stata, ma assai confusa e con scarso costrutto. Al 25′ però, ghiottissima l’opportunità capitata sui piedi di De Respinis: ribattuta del portiere sulla punizione di Miceli e tap-in dell’ex Pro Sesto che Barosi ha respinto con grande reattività. Poco altro da segnalare con i primi 45 minuti e Grosseto sempre pronto a ripartire in contropiede visti gli spazi concessi dal Piacenza, proteso in avanti a caccia del pareggio.

La ripresa si è aperta senza sostituzioni, ma con un Piacenza ancor più determinato per tentare di rimettere in piedi la sfida. Al 6′ però, altro regalo della difesa con Boccardi che, fortunatamente, ha colpito goffamente di testa un gran cross da sinistra di Galligani. Manzo ha tentato di mischiare ulteriormente le carte al 10′: dentro Lamesta e Palma, fuori Maio e Miceli. I risultati sono stati immediati, ma il gol messo a segno da De Respinis è stato annullato dal direttore di gara per un fuorigioco piuttosto dubbio. Il Piacenza è parso in grado di risollevarsi, nonostante tutto. Manzo ha gettato nella mischia anche Bruzzone, “alzando” Corbari sulla linea mediana. Al 20′, l’opportunità che avrebbe potuto segnare la svolta: Lamesta si è conquistato un calcio di rigore per un fallo di Gorelli ma dal dischetto De Respinis è stato disastroso: sinistro alle stelle e Grosseto salvo. Non solo, perchè cinque minuti più tardi il Piacenza si è ritrovato in dieci: espulso Martimbianco per somma di ammonizioni e situazione sempre più disperata. A chiudere i giochi ci ha pensato Sersanti al 33′: azione tambureggiante del Grosseto che dopo alcuni tentativi ribattuti da Libertazzi e da un difensore appostato sulla linea di porta, è capitolato sul colpo di testa da due passi del giocatore toscano. A tre dalla fine, è stato Corbari a fallire clamorosamente di testa la rete che avrebbe acceso il finale, a pochi secondi dal triplice fischio rete sotto misura di Babbi per un gol della bandiera che non addolcisce la domenica amarissima del Piacenza.

La situazione di classifica si fa sempre più pesante e anche il clima intorno alla squadra rischia di precipitare ulteriormente. Prossimo impegno fissato per sabato prossimo quando al Garilli sarà di scena il Pontedera.

GROSSETO-PIACENZA 2-1
MARCATORI Boccardi al 19′ p.t.; Sersanti al 32′ e Babbi al 48′ s.t.
GROSSETO (4-3-1-2) Barosi; Polidori, Ciolli, Gorelli (dal 25′ s.t. Raimo), Campeol; Sersanti, Kraja, Cretella (dal 15′ s.t. Kalaj); Sicurella (dal 25′ s.t. Vrdokiak); Boccardi (dal 25′ s.t. Moscati), Galligani (dal 31′ s.t. Merola). (Companini, Giannò, Simeoni, Russo, Consonni, Scaffidi). All. Magrini
PIACENZA (3-5-2) Libertazzi; Martimbianco, Battistini, Corbari; Simonetti, Pedone, Miceli (dal 9′ s.t. Palma), Scorza (dal 18′ s.t. Bruzzone), Visconti (dal 34′ s.t. Babbi); Maio (dal 9′ s.t. Lamesta), De Respinis. (Stucchi, Renolfi, D’Iglio, Maritato, Daniello, Saputo, Babbi, Galazzi, Cannistrà). All. Manzo
ARBITRO Baratta di Rossano Calabro
NOTE Ammoniti Ciolli, Maio e Barosi. Espulso Martimbianco per somma di ammonizioni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà