Dopo l’Altadonna, anche Roberta Bonatti conquista il titolo tricolore

01 Febbraio 2021

Una domenica straordinaria per lo sport piacentino, quella vissuta ieri, 31 gennaio. Dopo il successo valso il titolo tricolore di Jessica Altadonna nella categoria 69 chilogrammi, ci ha pensato Roberta Bonatti a firmare una storica doppietta. La pugilessa piacentina allenata dal maestro Roberto Alberti si è infatti guadagnata il quinto titolo nazionale della sua straordinaria carriera, nella categoria riservata alle atlete fino a 48 chilogrammi. L’atleta tesserata per l’Arma dei carabinieri si è infatti sbarazzata nella finale di Avellino, sede dei campionati nazionali, dell’amica-rivale Giovanna Marchese al termine di tre riprese molto combattute e spettacolari sotto il profilo tecnico. Un successo che conferma il valore della 23enne cresciuta nella Salus et Virtus e che continua a mietere successi sia in ambito nazionale che internazionale. La Bonatti, titolare della Nazionale, ha fatto valere la sua superiorità tecnica, controllando l’avversaria per poi pungere con colpi a due mani, senza mai affondare troppo per non correre il rischio di scoprirsi.

Un titolo che fa il paio con quello conquistato da Jessica Altadonna nel pomeriggio irpino. Un traguardo da applausi per l’allieva del maestro Nicola Campanini, della Boxe Piacenza: l’Altadonna è arrivata alla vittoriosa finale con la veneta Andrea Gomiero a un anno soltanto dallo sbarco nel mondo del pugilato agonistico. Un talento purissimo dunque, palesatosi in età matura e che rende questo successo ancor più spettacolare. Quello di oggi è stato il nono match in carriera per la neo campionessa d’Italia.

Piacenza può dunque godersi il momento d’oro del pugilato con due campionesse molto differenti e che sono giunte a questi prestigiosi traguardi seguendo strade diametralmente opposte.

LE CONGRATULAZIONI DEL SINDACO BARBIERI

>

© Copyright 2021 Editoriale Libertà