Lamesta salva il Piace in dieci: pareggio d’oro con la Carrarese

07 Febbraio 2021

Quando tutto lasciava presagire a un naufragio in piena regola, il Piacenza in dieci uomini riesce a imporre il pari alla Carrarese grazie ad un gran gol di Lamesta a pochi minuti dal triplice fischio. Il Piace, in soli dieci minuti, quelli iniziali della ripresa, ha confezionato e fornito alla Carrarese tre punti in regalo che avrebbero consentito ai toscani di tornare alla vittoria dopo una vita. Il rigore di Foresta, arrivato poco dopo l’espulsione di Simonetti, ha indirizzato un match fino a quel momento equilibrato. Addirittura biancorossi i rimpianti maggiori per un primo tempo in cui il Piace ha sciupato con Maio una opportunità da rete colossale. Nella ripresa, dopo i decisivi svarioni difensivi, la squadra di Scazzola ha saputo reagire e a trovare un punto quasi insperato, ma molto pesante ai fini della graduatoria.

LA GARA
Scazzola ha recuperato Visconti sul versante mancino, mentre De Respinis e Cesarini sono in panchina a mezzo servizio. In avanti spazio a Maio sostenuto da vicino da Gonzi e Galazzi. Non c’è Sulijc, fermatosi
L’avvio di gara del Piacenza è stato pessimo, con la Carrarese che ha cinto d’assedio la metà campo biancorossa. Libertazzi è stato però chiamato in causa in una sola circostanza, al 9′, per evitare il peggio sulla leggerezza di Martimbianco: fuga centrale di Manzari e il portiere piacentino che ha sventato in uscita disperata di piede. Con il trascorrere dei minuti il Piace è riuscito a prendere le misure ad un avversario schierato, come di consueto, in maniera piuttosto spregiudicata da mister Baldini. Al 23′, altro brivido: solo una provvidenziale deviazione di un difensore sul tiro di un attivissimo Manzari evita il peggio. Alla mezz’ora però, è stata colossale l’opportunità da rete sciupata da Maio: lanciato da Marchi in profondità, il centravanti a tu per tu con Pulidori ha calciato incredibilmente sul fondo. Un errore che peserà enormemente sull’economia di una partita disputata su ritmi importanti, ma costellata da tanti errori.

La vera svolta si è registrata però ad inizio ripresa: prima l’errore di Martimbianco ha costretto al fallo da ultimo uomo Simonetti che, al 5′, è stato espulso dal direttore di gara. In dieci, altra topica difensiva, questa volta firmata Battistini: fallo in piena area su Giudici evitabilissimo e calcio di rigore che Foresta ha trasformato con freddezza. Scazzola ha immediatamente tolto dalla contesa Martimbianco, dentro Tafa all’esordio, ma il Piacenza, in dieci e sotto di un gol, si è ritrovato di fronte un’autentica montagna da scalare. De Respinis e Lamesta subito dentro, quest’ultimo ha avuto sul destro un pallone invitante in contropiede, sprecato con un tiro in diagonale terminato lontano dalla porta di Pulidori. Il portiere toscano è stato chiamato agli straordinari al 32′ con il bolide di Corbari che ha però trovato la grande reattività dell’estremo difensore. Nell’ultimo quarto d’ora, ammirevole lo sforzo dell’undici di Scazzola, premiati al secondo corner consecutivo calciato da Palma: pallone d’incontro calciato da Lamesta con il sinistro e pallone nel “sette”. Grande esultanza per un gol pesantissimo che consente ai biancorossi di mettere dar seguito alla vittoria di Livorno ottenuta nel turno infrasettimanale.

Il tutto in attesa della sfida di domenica prossima, ancora al Garilli, quando arriverà la Pistoiese, diretta concorrente per la corsa salvezza.

PIACENZA-CARRARESE 1-1
MARCATORI Marilungo su rigore al 10′ e Lamesta al 41′ s.t.
PIACENZA (3-4-2-1) Libertazzi; Martimbianco, Battistini, Marchi; Simonetti, Corbari (dal 33′ s.t. Scorza), Palma, Visconti; Gonzi (dal 1′ s.t. Pedone), Galazzi (dal 17′ s.t. Lamesta); Maio (dal 17′ s.t. De Respinis). (Stucchi, Cannistrà, Renolfi, Daniello, Miceli, Saputo, Babbi, Cesarini, Breganti). All. Scazzola.
CARRARESE (4-2-3-1) Pulidori; Valietti, Milesi, Murolo, Ermacora (dal 15′ s.t. Bresciani); Foresta, Luci; Manzari (dal 29′ s.t. Doumbia), Piscopo, Giudici; Marilungo (dal 30′ s.t. Infantino). (Mazzini, Tonetti, Agyei, Schirò, Caccavallo, Pavone). All. Baldini.
ARBITRO Arena di Torre del Greco

LA FOTOGALLERY DI CLAUDIO CAVALLI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà