Nuoto pinnato, Calypso Piacenza protagonista agli Italiani primaverili

09 Marzo 2021

Si sono svolti presso il centro Bell’Italia Village i campionati Italiani primaverili di nuoto pinnato nelle giornate di venerdi 5, sabato 6 e domenica 7 marzo. Hanno preso parte alla manifestazione organizzata con regolamento particolare adatto alla situazione attuale e senza finali circa 1.000 atleti, che hanno staccato il tempo limite di partecipazione nelle poche occasioni dell’ultimo anno.

I piacentini della Calypso hanno partecipato con 11 atleti, ottenendo buone prestazioni e numerosi piazzamenti nei primi posti.

Marco Pietralunga ha fatto segnare un ottimo 38”68 nei 100 monopinna giungendo ottavo assoluto, 17”91 giungendo nono nei 50 monopinna, 1’32”27 nei 200 chiudendo dodicesimo e 3’25”79 nei 400 che le hanno valso la nona posizione.

Mattia Bazzoni ha concluso decimo assoluto nei 50 apnea con il tempo di 16”88 e ha concluso nelle prime 20 posizioni nei 50 e 100 monopinna.

Andrea Rancati ha partecipato con buoni risultati cronometrici alla gara dei 50 apnea , 50 pinne e 100 pinne.

Kevin Guglielmetti ha migliorato sensibilmente nei 200 pinne mentre ha compromesso la gara dei 100 la rottura del costume in partenza.

Ottime le prestazioni nelle staffette maschili dei quattro piacentini che hanno concluso vicini al podio: quinti nella 4×50 pinne con 1’23” e settimi nella 4×50 monopinna.

Nel settore femminile hanno partecipato tra le under 18: Sofia Borreri che migliora sensibilmente i personali dei 50 apnea, 50 monopinna e 100 monopinna.

Sofia Masarati che ha ottenuto buoni riscontri cronometrici nei 50 apnea e 100 monopinna.

Giulia Ferrari ed Elisa Carini hanno concluso con confortanti crono i 50 e 100 pinne.

Nel settore assoluti Silvia Cima Politi ha conseguito il personale nei 50 e 200 monopinna.

Maria Croci ha fatto segnare il personale nei 50 monopinna e 100 monopinna.

Alice Ferri ha gareggiato nei 50, 100 e 200 pinne con buoni risultati.

La staffetta 4×50 monopinna femminile composta da Borreri, Ferrari, Masarati, Carini ha concluso con il buon tempo di 1’29”40 al quinto posto, mentre quella pinne composta da Ferri, Croci, Cima Politi, Ferrari ha chiuso decima.

“Siamo felici dei risultati ottenuti, considerando le difficoltà che abbiamo ad allenarci e le poche occasioni di gareggiare, siamo fiduciosi e confidiamo in un futuro migliore.” Ha concluso il responsabile tecnico della Calypso, Umberto Raimondi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà