Caso-Polo, la società: “Positivo all’antidoping causa farmaco per curare il Covid”

02 Aprile 2021

Dopo la destabilizzante notizia emersa nelle ore scorse e che ha visto protagonista il giocatore della Gas Sales Bluenergy Alberto Polo, risultato positivo a un controllo antidoping, la società della presidentessa Elisabetta Curti ha diramato un comunicato stampa sulla questione.

“In relazione alla sospensione cautelare disposta a carico del nostro atleta Alberto Polo per la presunta assunzione di sostanze dopanti – si legge nel comunicato – la Società intende precisare che da una prima ricostruzione dei fatti è ipotizzabile che l’avversità del test sia attribuibile all’assunzione incolpevole di un farmaco prescritto al giocatore per finalità terapeutiche volte alla guarigione dalle patologie residue da sindrome post – Covid 19.
 
Da sempre promotrice di sani principi e valori etici Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza condanna fermamente l’utilizzo di qualsiasi sostanza proibita dai regolamenti vigenti, e profondamente amareggiata, auspica che la vicenda possa essere chiarita in tempi brevi nella consapevolezza dell’assoluta buona fede dell’atleta e del proprio staff medico”.
 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà