Basket Serie A2, contro Ravenna l’Assigeco sfiora il colpaccio ma esce sconfitta

29 Aprile 2021

Sconfitta sul filo di lana per l’Assigeco Piacenza che mercoledì 28 aprile, dopo aver battagliato per 40’ contro Ravenna, è uscita sconfitta dal PalaCosta, con il rammarico di aver fallito il tiro della vittoria nei secondi finali. La squadra di coach Salieri è partita molto bene, raggiungendo anche un vantaggio importante nel primo tempo, e poi ha saputo anche soffrire e assorbire tutte le spallate che i padroni di casa hanno tentato di infliggere nella ripresa.

LA CRONACA – Parte molto bene l’Assigeco, che con la tripla di Fornenti vola sull’8-2. Carberry è on fire e gioca un primo quarto spettacolare, così come tutto il quintetto biancorossoblu. Dopo il +9 del 10’, Massone inventa una palla splendida per la schiacciata di Guariglia, quindi Poggi appoggia due punti che riportano l’Assigeco al massimo vantaggio (17-28) dopo 2’ del secondo periodo. I padroni di casa a questo punto mischiano le carte con una difesa a zona che mette qualche sassolino nell’ingranaggio offensivo dell’Assigeco: 25-30 il punteggio al 14’. Ravenna trova grande ritmo in attacco e anche il vantaggio con la tripla di Simioni. Dopo il 42-44 dell’intervallo lungo, Molinaro inchioda al volo e la partita diventa bellissima con le squadre che si rispondono colpo su colpo. Cinciarini segna un gran canestro e avvia la mini fuga di Ravenna sul 54-49, ma l’Assigeco resta attaccata alla partita con la tripla di Guariglia. Chiumenti realizza il suo quattordicesimo punto e coach Salieri decide di parlarci su con un timeout sul -6 del 28’. La gara continua sui binari dell’equilibrio, fino a quando i padroni di casa non alzano la pressione in difesa, con Cinciarini che schiaccia dopo un recupero. Poggi tiene l’Assigeco in gara con un appoggio al vetro (70-64), Cesana segna da centro area e riapre tutto con ancora 6’ da giocare. McDuffie dalla lunetta riporta Piacenza a -2, quindi è Carberry ad avere tra le mani il possesso decisivo: il pallone danza sul ferro e poi esce, decretando la sconfitta piacentina.

MOMENTO CHIAVE – In una partita fatta di episodi, l’ultimo errore al tiro di Carberry ha sancito il ko dei biancorossoblu, capaci comunque di ribattere colpo su colpo a Ravenna e rimanere a contatto fino all’ultimo.

PROTAGONISTI BIANCOROSSOBLU – 16 punti per Carberry con 5/10 da 2 e 1/1 da 3. In doppia cifra anche Matteo Formenti (10 punti per lui), 11 a testa per Markis McDuffie e Luca Cesana.

STATISTICHE BIANCOROSSOBLU – 50% netto al tiro da 2 punti con 19/38, mentre 7/20 è stata la percentuale dalla lunga distanza. 8 rimbalzi conquistati da

Lorenzo Molinaro, il migliore dell’Assigeco che ne ha catturati 10 in meno degli avversari. 6 assist per Gherardo Sabatini.

IL DOPO PARTITA – “Abbiamo disputato una partita gagliarda – commenta coach Stefano Salieri – dove i ragazzi ci hanno sempre creduto anche quando Ravenna ha cercato di scappare via e dove abbiamo anche avuto vantaggi importanti. Siamo stati in grado di giocare a ritmi molto alti e di rispondere colpo su colpo ad una squadra attrezzata come la loro. Ravenna ha fatto valere la propria fisicità, soprattutto nel secondo tempo e noi abbiamo sofferto a rimbalzo. Peccato per l’ultima azione, ma è inutile recriminare solo su un episodio: per noi c’è grande rammarico per il risultato, ma non certo per la prestazione offerta dalla squadra”.

 

ORASI’ RAVENNA-ASSIGECO PIACENZA 78-77

(15-24, 27-20, 18-12, 18-21)

RAVENNA: Cinciarini 18, Givens 15, Chiumenti 16, Rebec 8, Venuto, Simioni 5, Vavoli, Oxilia 7, Maspero 2, Denegri 7, Buscaroli ne, Guidi ne. All. Cancellieri.

PIACENZA: Voltolini ne, Poggi 6, Molinaro 6, Formenti 10, Carberry 16, McDuffie 11, Gajic ne, Massone 6, Guariglia 7, Cesana 11, Sabatini 4. All. Salieri

 

IL SERVIZIO DI GABRIELE FARAVELLI 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà