Simone Stucchi: “La salvezza? Un capolavoro dedicato ai nostri tifosi”

30 Aprile 2021

Simone Stucchi, portiere del Piacenza, ha raccontato le emozioni provate al termine di una stagione culminata con la salvezza anticipata: “Una grandissima emozione proprio perché abbiamo portato a termine un vero capolavoro. L’anno non è iniziato nel migliore dei modi, sia a livello personale sia a livello di squadra perché la classifica parlava chiaro. Personalmente ho avuto due infortuni che non mi hanno permesso di allenarmi nella maniera migliore, poi da febbraio c’è stata una svolta, molto importante, con l’inserimento di qualche giocatore determinante che ci ha dato una grossa mano nel compiere questa impresa”.
Positivo dunque per lui il bilancio di questa prima stagione in biancorosso: “Come detto non è iniziata nel migliore dei modi, complice il duplice infortuno che ho avuto. In seguito le cose sono andate sempre migliorando, per un portiere poter giocare con continuità e dunque avere la possibilità di esprimersi è molto importante, dà sicurezza a me e allo stesso tempo anche alla squadra, sono soddisfatto del percorso che ho svolto”.
Domenica l’ultima gara interna contro la Juve, domani alle 10.30 i tifosi saranno al “Garilli” per un saluto alla squadra. “Ci sono mancati tantissimo, soprattutto in uno stadio come il “Garilli” – ha detto Simone – ci è mancato il loro sostegno, e quindi questa salvezza la dedichiamo a ognuno di loro”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà