Arrestato per bancarotta Maurizio Pannella, ex presidente del Pro Piacenza

12 Ottobre 2021

I piacentini lo ricordano per la triste vicenda del Pro Piacenza, storica società calcistica cittadina scomparsa nel 2019 a causa dei debiti accumulati nel corso della gestione targata Seleco. Maurizio Pannella, ex presidente rossonero, è finito in manette per bancarotta fraudolenta, accusa che fa riferimento proprio alla gestione dell’allora club di via De Longe. Pannella, arrestato mentre si trovava in Umbria, è ora ai domiciliari. Domani è in programma l’interrogatorio di garanzia.

LA VICENDA PRO PIACENZA – La società rossonera, dopo aver militato dignitosamente tra i professionisti per cinque stagioni (senza contare gli anni trascorsi tra i Dilettanti), conobbe l’onta del fallimento dopo che nell’estate 2018 passò alla proprietà romana firmata Maurizio Pannella e Sèleco. Le vicende dei rossoneri, culminate con le famose tre partite non disputate, la sospensione e poi la radiazione dopo il vergognoso 20 a 0 in Cuneo-Pro (con i rossoneri che schierarono in campo 6 ragazzini e un massaggiatore) sono ormai note a tutti: il tribunale scrisse la parola fine su di un capitolo tristissimo, dichiarando il fallimento della società rossonera schiacciata da oltre due milioni di rosso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà