Consegnate 17 benemerenze del Coni alle eccellenze dello sport piacentino. LE FOTO

12 Febbraio 2022

Foto Cavalli

Lo sport piacentino gode di ottima salute e vuole diventare ancora di più un modello per i giovani. Il messaggio forte e chiaro arriva dal Coni provinciale, che questa mattina ha riunito le eccellenze locali alla sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano per la consegna delle benemerenze delle annate 2019 e 2020, finalmente dopo due anni in cui la pandemia non aveva permesso di organizzare la tradizionale cerimonia.

Protagonisti gli atleti vincitori di titoli nazionali e internazionali, i tecnici che hanno il compito di formare i campioni, dirigenti, associazioni e società che si impegnano per portare avanti l’intero movimento tra tante difficoltà: sono loro che hanno meritato le Medaglie al valore atletico, le Stelle al merito sportivo e le Palme al merito tecnico per i risultati conseguiti. Il delegato provinciale Coni Robert Gionelli li ha voluti ringraziare “per aver dimostrato ancora una volta che il nostro movimento sta bene, è in ottima salute, e che nel territorio piacentino non esiste solo il calcio come si pensa di solito erroneamente, qui abbiamo campioni che si stanno confermando in una grande varietà di discipline, con la motonautica che si è particolarmente distinta in più di un’occasione”.

Lo sport è però anche un valore sociale, e, a proposito di questo tema, Gionelli ha annunciato “che presenteremo presto un progetto con le scuole in collaborazione con la Fondazione”. Il presidente della Fondazione Roberto Reggi lo ha ribadito, “sarà un progetto per il diritto alla mobilità fisica da sviluppare nelle scuole primarie insieme a professionisti del settore. Noi crediamo che lo sport sia un modo per rappresentare al meglio la comunità e le eccellenze premiate oggi sono appunto un modello per tutti i giovani”. Iniziativa che ha fatto particolarmente piacere al presidente regionale Coni Andrea Dondi, presente alla cerimonia: “Troppo spesso ci troviamo di fronte l’invalicabile muro della burocrazia, invece di concentrarci sull’attività di giovani e anziani pensiamo solo a dividerci la torta e siamo così alle prese con tanti problemi. Dobbiamo lavorare tutti insieme per lo sviluppo dell’impiantistica e della promozione, sport e salute vanno a braccetto e sosterrò ogni iniziativa che andrà in questa direzione fino alla fine del mio mandato, nel 2024”.

La vicinanza del Comune di Piacenza al mondo sportivo è arrivata dal sindaco Patrizia Barbieri e dall’assessore Stefano Cavalli. “Siete una risorsa – ha detto Barbieri – abbiamo vissuto due anni difficili per la pandemia, ma se lo sport non si è fermato è stato grazie a voi e anche per merito del lavoro svolto dal Coni”. Quindi, spazio alla cerimonia di consegna: 17 in tutto le benemerenze nazionali, un numero più alto rispetto agli anni passati a dimostrazione della continua crescita dello sport piacentino. Dieci atleti, tre dirigenti, un’associazione sportiva e tre tecnici, per un mix di eccellenze distribuite tra diverse discipline.

Le stelle più luminose sono le due medaglie d’oro al valore atletico per altrettanti campioni mondiali, Davide Colla della Yama Arashi nel kickboxing Point fight 69 kg, e Claudio Fanzini nella motonautica classe O/250-O/350. Sfilano poi le medaglie d’argento Massimiliano Cremona (secondo al Campionato mondiale motonautica classe O/350), Simone Cremona (campione europeo Padel a squadre) e Marco Malaspina (campione europeo motonautica classe O/125-F. 125), seguite da quelle di bronzo Luca Finotti (Campione italiano motonautica classe Osy 400), Angelo De Pascalis (terzo al Campionato mondiale pesca sportiva Feeder), Roberta Bonatti (terza al Campionato europeo pugilato nei 48 kg Dilettanti), Matteo Luccardi (campione italiano di rugby) ed Edoardo Scotti (sesto al Campionato mondiale di atletica staffetta maschile 4 x 400). Infine, le stelle di bronzo al merito tecnico per i dirigenti Barbara Bergonzi (delegata provinciale Federazione Motociclistica Italiana), Domenico Bignami (Comitato Enduro – Federazione Motociclistica Italiana), Ezio Cremona (vicepresidente Federazione italiana Motonautica) e all’ASD Motonautica San Nazzaro, e le palme di bronzo al merito tecnico al maestro di golf del Croara Country Club Alain Vergari, all’allenatore di kick boxing Adriano Passaro e al maestro di scherma Enrico Nicolini.

LA FOTOGALLERY DI CLAUDIO CAVALLI

© Copyright 2022 Editoriale Libertà