Il Piace tiene testa alla Pro Vercelli: 0-0 e rimpianti per il palo di Cesarini

13 Marzo 2022

Fotoservizio Claudio Cavalli

Se la visita della Pro Vercelli doveva essere una prova generale in vista dei play off, il Piacenza può essere moderatamente ottimista: i biancorossi hanno pareggiato 0-0, ma hanno tenuto testa a una delle squadre più in forma del momento, andando vicini al gol due volte con Cesarini (palo e miracolo di Rizzo) e una con Munari (tiro fuori, solo davanti al portiere). Bene anche la tenuta difensiva, di fronte a uno degli attacchi più temibili del girone.
Piacenza che sale a 40 punti (simbolica quota salvezza) e si prepara a una settimana di fuoco: mercoledì trasferta in casa del Renate e domenica derby contro il Fiorenzuola.
SERIE C – RISULTATI E CLASSIFICA
LA CRONACA
PRIMO TEMPO
Capitan Cesarini torna subito titolare dopo le due giornate di squalifica, nel Piacenza che riceve la Pro Vercelli in una sfida antipasto dei play off di Serie C. Scazzola (ex di giornata) conferma praticamente la formazione delle ultime settimane, con Tintori tra i pali.
Al 2′ minuto Piace subito pericoloso, con il tiro-cross di Munari che taglia l’area.
Al 7′ mischia furiosa in area piemontese, ma i tentativi di Cesarini e Marchi sono murati.
All’11’ bel mancino dai 25 metri di Castiglia, Rizzo respinge con i pugni.
Al 17′ ancora il centrocampista stacca di testa su angolo, ma la palla è alta.
Al 19′ Rabbi per Cesarini, che defilato in area prova il diagonale di destro e centra il palo.
Al 29′ strepitosa parata di Rizzo, che si oppone in maniera perfetta alla girata acrobatica di Cesarini, su cross di Gonzi dalla sinistra.
Al 32′ punizione laterale di Vitale, Comi stacca, ma la palla è alta sulla traversa.
Nel recupero del primo tempo, Rabbi non arriva per un soffio sul cross pennellato da Parisi.
SECONDO TEMPO
A inizio ripresa nessun cambio.
Il Piace sembra volenteroso e attento, ma non riesce a creare grandi emozioni, fino al 54′, quando Munari si inserisce bene in area, salta anche Rizzo, ma è troppo defilato e deve crossare, senza trovare nessuno.
Al 56′ la sponda di Comi libera Panico in area biancorossa, ma il sinistro da favorevole posizione è sballato. Lo stesso attaccante ci riprova poco dopo, il tiro è centrale e Tintori blocca.
Al 60′ gli allenatori cambiano gli attacchi: Scazzola mette Raicevic per Rabbi, mentre tra gli ospiti Della Morte e Rolando sostituiscono Panico e Gatto.
Al 63′ tuffo di testa di Comi su traversone di Clemente, ma palla alta.
Al 67′ clamorosa occasione per il Piace: Cesarini recupera palla sulla trequarti, di tacco serve l’accorrente Munari che davanti al portiere apre troppo il piatto e sfiora il palo.
Al 74′ dentro Bobb e Dubickas per Castiglia e Cesarini.
All’81’ Nava stacca più in alto di tutti sulla punizione laterale di Sulijc, ma il pallone si perde sopra la traversa.
Un minuto dopo la risposta di Bruzzaniti, che in tuffo su traversone di Crialese, mette alto da ottima posizione.
Proprio al 90′ Marchi sbroglia una situazione molto pericolosa in area biancorossa.
In pieno recupero, Rossi guadagna un’interessante punizione dal limite dell’area, lo stesso centrocampista si incarica della battuta: palla smorzata dalla barriera che finisce sui piedi di Dubickas, che mastica la conclusione.

IL TABELLINO
PIACENZA (4-4-2): Tintori; Parisi, Nava, Marchi, Giordano; Munari (Rossi), Suljic, Castiglia (Bobb), Gonzi; Cesarini (Dubickas), Rabbi (Raicevic). (Pratelli, Tortora, Rillo, Tafa, Lamesta, Marino, Armini). All.: Scazzola.
PRO VERCELLI (3-4-2-1): Rizzo M.; Minelli, Auriletto, Macchioni (Cristini); Clemente (Crialese), Vitale, Emmanuello, Bruzzaniti (Iezzi); Panico (Della Morte), Gatto (Rolando); Comi. (Rendic, Valentini, Masi, Jocic, Louati, Rizzo L., Secondo). All:. Lerda (in panchina Nardecchia)
Arbitro: Pirotta di Barcellona

© Copyright 2022 Editoriale Libertà