Zona Calcio: la gioia di Pinalli e il rammarico di Castiglia dopo il derby di domenica

22 Marzo 2022

Il gol che ha sfiorato a circa un quarto d’ora dal termine del derby gli avrebbe permesso di ritagliarsi uno spazio di tutto rispetto nella storia biancorossa, oltre a essere stato il suo primo gol con la maglia del Piacenza Calcio. Invece le cose sono andate diversamente, ma Luca Castiglia ha finora saputo trovare uno spazio importante nella squadra di mister Scazzola. Il centrocampista del Piacenza è stato ospite dell’ultima puntata di Zona Calcio andata in onda ieri sera su Telelibertà, insieme al presidente del Fiorenzuola Luigi Pinalli.

Sotto i riflettori ovviamente la sfida di domenica scorsa che ha fatto sorridere Pinalli, vittorioso per 1-0 grazie a una prova di sacrificio dei suoi rossoneri. C’è tanto rammarico invece in casa Piacenza, e non solo per la rete mancata per un soffio da Castiglia, ma in generale per una partita che i biancorossi sentono di avere perso immeritatamente. “La partita è stata approcciata nel modo giusto, dispiace perché avevamo iniziato bene la settimana con una buona gara con la Pro Vercelli, poi c’è stata la bella vittoria vittoria in casa del Renate,  non ci voleva questa sconfitta. I tre punti ci avrebbero fatto comodo, da quando sono arrivato questa squadra ha fatto un buon periodo sia nelle prestazioni sia nei risultati, adesso dobbiamo rimanere concentrati per le ultime partite e fare il maggior numero di punti possibile” la prima analisi del centrocampista biancorosso.

Il clima in casa Piacenza ieri era positivo, anche se “c’era del nervosismo, come succede dopo ogni sconfitta, questo è ovvio, però ci siamo rimessi subito a lavorare per preparare al meglio la prossima partita contro il Padova. È la mia ex squadra – ha spiegato Castiglia – e sarebbe bello fare un’altra impresa dopo quella con il Sudtirol. Il mister ci ha caricato e il clima è comunque positivo, dobbiamo pensare solamente a migliorare alcuni nostri aspetti, soprattutto essere più concreti e finalizzare le azioni da gol che costruiamo. Non meritavamo di perdere con il Fiorenzuola, ma se non si fa gol è un problema, pensiamo dunque alla prossima gara”.

Rispedite poi al mittente le accuse di non aver interpretato al meglio la stracittadina: “Pensavo che qui il derby fosse con Cremonese e Reggiana, questa sconfitta ci spiace e anche per i tifosi, ma per noi era una partita come le altre”. Gli obiettivi rimangono gli stessi: “Noi vogliamo i playoff ed essere una mina vagante, ed è per questo che ci spiace non aver conquistato i tre punti con il Fiorenzuola. Con il Padova c’è l’occasione per rilanciarci e andremo là per vincere, anche per i nostri tifosi, sono sempre venuti a vederci ovunque e dimostrato di essere veramente grandi”.

Nella seconda parte del programma si è analizzato l’ultimo turno di calcio dilettanti con un ospite speciale, l’ex giocatore del Piacenza Daniele Moretti che ha parlato della sua Academy giovanile insieme all’allenatore dei portieri Ivan Beghi. “Il mio credo è che se un ragazzino è bravo deve giocare – ha detto Moretti – e per me non servirebbe nessuna regola per impiegare i giovani. Il Vigolzone? Mi hanno cercato, ma io sono impegnato con l’Academy e ho fatto il nome di Ivan Campese, molto bravo con i giovani”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà