Esordio col botto per il Piacebaskin: Offanengo battuto in rimonta

26 Marzo 2022

Parte oggi la collaborazione con Paolo Bossi, atleta e dirigente di Piacebaskin che ci racconterà le partite di questa squadra iscritta al campionato di baskin (che fonde le parole basket e inclusione). Disciplina che viene praticata da atleti disabili e normodotati, uniti dalla grande passione per lo sport e mossi da un unico obiettivo: l’inclusione.

OFFANENGO-PIACEBASKIN 65-76

Esordio assoluto in campionato decisamente positivo per il Piacebaskin, che passa la sua prima prova sul parquet di Offanengo battendo i padroni di casa per 65-76.
Dopo l’inno nazionale e le presentazioni di turno si aprono le danze con un primo quarto che, seppur positivo nell’immediato con 5 punti messi a segno da Mariana Vento e dal “neofita all-star” Soragna (che con la maglia della Nazionale ha vinto il bronzo agli Europei di Svezia nel 2003 e l’argento alle Olimpiadi di Atene del 2004), vede la squadra piacentina pagare la freschezza di Guerini e Ghidelli, nonché una iniziale mancanza di intensità difensiva. Tutto ciò fa si che al termine del primo quarto la squadra si trovi sotto in doppia cifra, ma tutto ciò viene sistemato in gran parte nel secondo periodo, dove si fanno notare Garofano e Linda Orlandi, che donano ottime conclusioni a giochi disegnati per loro da Coach Righi e concretizzati da Labò, Soragna e Andrea Orlandi.

Labò si concede occasionalmente di accendere la sua consueta modalità “toro a Pamplona” per aggredire il ferro in coast-to coast. L’apporto dei pivot si fa costante in questa fase, anche il sottoscritto si accende, Minuti continua la sua striscia positiva, Vento si scalda anche da due. Soprattutto, viene risolto il problema mismatch difensivo su D’Amico: l’inserimento dell’esordiente Ridaoui, coadiuvato anche da Cardinali, rappresenta difensivamente un punto di svolta e la squadra riesce ad essere più rapida sugli scivolamenti difensivi e sulle palle vaganti, mettendo la propria fisicità al servizio del gioco. Tutto questo buon lavoro frutta al Piacebaskin un vantaggio di due punti all’intervallo.

L’inizio di terzo quarto segna il ritorno di qualche incertezza. Il grosso del bottino offensivo di Offanengo viene dai pivot Loporto e Disomma. Nonostante le difficoltà iniziali, si riesce a correggere tutto dal quarto minuto in poi. Bonetti e Andrea Orlandi danno il via al recupero offensivo assieme ad entrambi i pivot, mentre l’asse Orlandi Linda-Garofano-Ridaoui tiene in piedi la difesa strenuamente. Ci si avvia verso il quarto periodo con uno scarto di sette punti che viene parzialmente rimontato da Offanengo, con i padroni di casa che si portano a -3 sfruttando le incursioni al ferro date dai tagli di Patrini e Rizzetti. Coach Righi risponde reinserendo Vento-Labò-Soragna che assieme a Linda Orlandi e Garofano recuperano il bandolo della matassa sia difensivo che offensivo e  riportano tutto ad un vantaggio di sei lunghezze.

Il colpo di reni decisivo del Piacebaskin si verifica in questi ultimi quattro minuti scarsi, dove Orlandi e Garofano si posizionano ottimamente a rimbalzo e lottano per il posizionamento nonostante lo svantaggio in centimetri. Il già citato controllo del ritmo di gioco permettono a Vento e al sottoscritto, la cui mano fortunatamente non trema, di segnare punti importanti, in contrasto con una serie di triple malconsigliate da parte dei Leoni che decretano la vittoria del Piacebaskin col punteggio di 76-65.

Una settimana di preparazione attende la squadra prima di una sfida tanto determinante quanto ardua contro la Sansebaskin campione in carica, ma nel frattempo un primo importante tassello di fatica, fiducia, urla e sudore è stato posto alla base di quella che ci si augura sia una stagione esaltante iniziata nel migliore dei modi.

Paolo Bossi

© Copyright 2022 Editoriale Libertà