E’ tornato il Memorial Ruffo: oltre 200 corridori hanno animato il Pubblico Passeggio

17 Giugno 2022

Il buon nome di Silvano è stato onorato in pieno anche questa volta. Dopo due anni di assenza il Facsal è tornato a ospitare il memorial “Silvano Ruffo” con 200 partecipanti. Sono state ben 33 infatti le squadre di corridori che si sono sfidate ieri pomeriggio sul Pubblico Passeggio. La manifestazione podistica organizzata dall’associazione Dopolavoro Ferroviario di Piacenza, giunta quest’anno alla sua 21° edizione, ha trasformato ancora una volta il Pubblico Passeggio in un circuito podistico con atleti provenienti da tutta la provincia.

Grandi protagoniste come sempre l’Atletica Piacenza e l’Italpose che hanno messo in campo più squadre, seguite dalla divertente e immancabile compagine di “Andrea e i Corsari della Maratona”. Presenti, tra le altre, anche le squadre dei Ferrovieri in onore di Silvano, dell’Aeronautica Militare, della Ginnic Club, dei Bipedi e di altre società ed enti locali. Non potevano mancare i campioni piacentini, su tutti Claudio Tanzi, Giovanni Tuzzi ed Emma Casati. Tutti a darsi battaglia con la consueta formula della staffetta a squadre (ognuna di sei componenti) lungo il percorso circolare di quattro chilometri che si è snodato nel vallo delle antiche mura. Al termine di un appassionante testa a testa, la “Forrest Group” Minerva di Parma capitanata dal piacentino Tanzi ha trionfato al primo posto precedendo la squadra dell’Atletica Piacenza rappresentata da Tuzzi.

Come sempre, però, il risultato sportivo passa in secondo piano visto il doppio messaggio veicolato dall’evento. “Finalmente siamo riusciti a riportare il Ruffo sul Facsal dopo lo stop imposto dalla pandemia – ha commentato Clemente Bernardo del Dopolavoro Ferroviario – il nostro scopo è duplice, innanzitutto ricordare Silvano Ruffo, collega del Dopolavoro scomparso anni fa a seguito di un incidente, e poi per dare un aiuto concreto in beneficenza”. Tutto il ricavato dell’edizione di quest’anno è stato infatti devoluto ad “Andrea e i Corsari della Maratona”, per la gioia del presidente Alberto Di Muzio: “Siamo veramente felici per il sostegno che ci hanno dato. La nostra associazione si occupa da anni di aiutare i ragazzi disabili, con una carrozzina li accompagniamo durante queste corse per regalare loro un sorriso. Oltre a questo, collaboriamo con l’ospedale San Matteo di Pavia, che ogni anno ci permette di fare un regalo a un bambino ammalato di tumore, il Covid ci ha un po’ frenato, ma contiamo di ripartire presto”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà