Baseball: il Piacenza rialza la testa. Sconfitta due volte la capolista Avigliana

26 Giugno 2022

I biancorossi cancellano immediatamente la delusione post derby aggiudicandosi entrambe le partite contro i Rebels di Avigliana, momentaneamente primi in classifica. Grandi prove dal monte di lancio ed in generale di tutta la squadra nell’arco dei diciotto innings.

GARA1

AVIGLIANA 0-1-0-0-0-0-0-0-0 1
PIACENZA 1-0-0-0-1-3-0-0-X 5

Formazione: Minoia ec, Chacon ss, Schiavoni 3b/es, Calderon es, Perez 2b, Capra 1b, Casana dh (Cufrè 3b), Contardi es (Gibson ed, Carnevale lan), Gardenghi ric. Lanciatori: Cufré (rl7.1 bv6 bb2 k4 pgl0), Carnevale (rl1.2 bv1 bb0 k2 pgl0).

Piacenza si ricorda di cosa può essere capace e nel match di apertura infligge un dispiacere alla capolista (5-1). Risultato che anche nel punteggio rispecchia con esattezza quanto accaduto in diamante. Equilibrio fino a metà, Piacenza che sa soffrire a metà gara togliendosi da un paio di situazioni scottanti e poi la manciata di punti decisivi al sesto inning. La voglia di riscatto, dopo la delusione nel derby, è palpabile. I biancorossi segnano subito al primo attacco (base a Minoia, singolo di Chacon e poi un’aggressiva doppia rubata che porta all’1-0). Avigliana risponde al 2° (1-1) e per un pò il risultato non si muove anche perchè Cufré e Migliorini lanciano davvero bene. Il punto al 5° è importante e crea le premesse di ciò che accadrà poco dopo. Con due out lo propiziano Minoia (altra base per lui e rubata) e Chacon che con un singolo al centro lo batte a casa (2-1). Al cambio campo Piacenza esce indenne da un collo di bottiglia. Si ritrova a basi piene con out (nella circostanza pesa la dubbia decisione dell’arbitro capo che decreta valida una battuta apparsa ai più in zona foul) ma con gran mestiere Cufré toglie le castagne dal fuoco firmando uno strike-out pesantissimo e concedendo poi alla difesa una facile volta interna per il terzo out. Come quasi sempre accade dopo un pericolo scampato ecco servito il momento migliore dei nostri. Al sesto attacco si decide tutto: inizia Calderon che al primo lancio incontra un singolo a sinistra, poi errore sulla rimbalzante di Perez, bunt da manuale di Capra, base a Casana e a basi piene provvidenziale doppio di Gibson, appena entrato, che confezione il 5-1. A questo punto si tratta di preservare quanto accumulato ed il Piacenza ci riesce benissimo aiutato in questo dall’ottimo rilievo Carnevale che concede la prima base ad uno soltanto dei sei battitori affrontati. Dopo nove innings intensi e coinvolgenti Piacenza firma l’impresa annichilendo la squadra più in forma del momento.

GARA2

AVIGLIANA 0-0-0-0-0-1-0-1-0 2
PIACENZA 0-0-2-0-0-0-3-2-X 7

Formazione: Minoia ec, Chacon ss, Schiavoni 3b, Cufré 1b/2b, Gibson ed/1b, Calderon es, Perez 2b (Contardi ed), Casana dh, Gardenghi ric. Lanciatori: Dall’Agnese (rl9 bv8 bb1 k7 pgl1) All.: Marenghi G.

In gara due il pubblico, discretamente numeroso nonostante la temperatura, assiste ad un’altra prova magistrale di Gabriel Dall’Agnese sul monte di lancio il quale ottiene un complete game tarpando le ali al forte line up torinese, soprattutto nei momenti in cui ha provato a caricare le basi per rompere l’equilibrio che è durato fino al settimo inning, a metà del quale le due squadre si trovavano sul due a uno in favore dei biancorossi che erano passati in vantaggio al terzo quando, dopo due veloci eliminazioni, Minoia otteneva la base per ball e successivamente Chacon, Schiavoni e Cufré battevano un singolo a testa propiziando due segnature. I Rebels accorciavano le distanze al sesto, aiutati da un errore della difesa piacentina. Al settimo ed ottavo attacco Piacenza si prendeva di forza il match: prima i tre punti che valevano il 5-1 costruiti con base ball a Casana, bunt di sacrificio di Gardenghi, base ball a Minoia, bunt valido di Chacon, Schiavoni colpito, volata di Cufré e singolo di Gibson. Poi, dopo aver subito un punto (non guadagnato su Dall’Agnese) nella parte alta dell’ottavo, aggiungeva due segnature al carniere con la base ball di Casana seguita dal triplo di Chacon e dal singolo di Schiavoni. Sul sette a due Dall’Agnese, incurante degli oltre cento lanci già effettuati, chiudeva inning e partita inducendo tre rimbalzanti consecutive facili preda della difesa. Con questa doppietta Piacenza risale la classifica, cha rimane più corta che mai dalla testa alla coda, e si prepara per l’impegnativa trasferta in Sardegna della prossima settimana quantomeno col morale alto.

Risultati Girone A
Piacenza-Avigliana 2-0 (5-1 7-2); Junior PR-Catalana Alghero 1-1 (3-4 7-3); Fossano-Milano 1-1 (8-4 8-18); Codogno-Ares MI 2-0 (15-3 10-7)

Classifica Girone A
Codogno 13v 7p; Avigliana 12v 8p; Milano 12v 8p; Piacenza 10v 10p; Catalana Alghero 10v 10p; Ares MI 8v 10p; Junior PR 8v 12p; Fossano 6v 12p

© Copyright 2022 Editoriale Libertà