Un fondo sociale per lo sport: il nuovo bando per ragazzi fino ai 18 anni

30 Agosto 2022

Un fondo sociale per lo sport che consenta di promuovere la pratica sportiva tra i ragazzi fino ai 18 anni di età. È l’obiettivo del bando, presentato questa mattina, con cui Fondazione di Piacenza e Vigevano e Banca di Piacenza intendono assicurare il diritto inalienabile allo sport – di fondamentale importanza per il percorso di crescita, formazione e maturazione dei ragazzi – ai giovani delle fasce di popolazione meno abbienti, le cui famiglie sarebbero altrimenti costrette a eliminare dal proprio bilancio tale spesa. Il fondo contribuisce così ad attenuare gli effetti delle disuguaglianze sociali, ma punta anche a dar vita a una rete sinergica con Istituzioni, federazioni ed enti di promozione in ambito sportivo, associazioni sportive dilettantistiche del territorio e servizi sociali.

IL PROGETTO
Il bando sarà aperto fino alle 18.00 del 16 settembre. Le associazioni sportive dilettantistiche iscritte al Coni, con sede legale e operativa in provincia di Piacenza e nel comune di Vigevano, potranno partecipare all’assegnazione delle risorse segnalando particolari situazioni di fragilità nella richiesta di adesione. Il fondo si sostituirà alle famiglie nel pagamento della quota (si spendono mediamente dai 300 ai 500 euro l’anno per consentire a un giovane di praticare sport nell’ambito di una Asd). Con una dotazione annua di 25mila euro, Fondazione di Piacenza e Vigevano e Banca di Piacenza, potranno garantire il diritto allo sport a ragazzi appartenenti a famiglie in condizioni disagiate (in maniera proporzionale nei territori di Piacenza e di Vigevano) che, diversamente, sarebbero costretti a rinunciare alla pratica sportiva.

PER PARTECIPARE
Per presentare la candidatura al Bando è necessario utilizzare la procedura “Rol richiesta on-line”, disponibile nel sito della Fondazione di Piacenza e Vigevano, accedendo all’apposita modulistica. I progetti potranno essere proposti esclusivamente da associazioni sportive dilettantistiche iscritte al Coni, con sede legale e operativa in provincia di Piacenza e nel comune di Vigevano. La valutazione qualitativa e quantitativa sarà effettuata da un’apposita commissione costituita dai promotori. L’assegnazione dei contributi sarà deliberata in modo condiviso dal consiglio di amministrazione della Fondazione di Piacenza e Vigevano e dal comitato esecutivo della Banca di Piacenza, sulla base delle valutazioni della commissione. Esigenze di chiarimento, domande tecniche sulla procedura di compilazione on-line e ogni altra richiesta relativa al bando – che sarà pubblicato sul sito www.lafondazione.com e www.bancadipiacenza.it – possono essere comunicate via mail a [email protected] o al numero 0523.311111.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà