Domani alle 14.30 Il Piace contro l’Albinoleffe per abbandonare l’ultimo posto

23 Settembre 2022

Mister Manuel Scalise non lo considera un bivio di questa prima parte di stagione, ma di sicuro è una partita molto delicata e che dirà parecchio sull’immediato futuro della sua squadra. Domani pomeriggio il Piacenza torna in campo contro l’Albinoleffe (fischio d’inizio allo stadio “Garilli” alle ore 14.30) e dovrà necessariamente dare una risposta dopo la brutta sconfitta di sabato scorso in casa dell’Arzignano.

Biancorossi che sono parsi troppo brutti per essere veri e che in questo momento occupano l’ultima posizione nel girone A di Serie C. L’impegno è da non sottovalutare, perché si gioca contro la penultima della graduatoria e un’altra sconfitta (sarebbe la quarta in cinque giornate) significherebbe sprofondare in classifica dopo sole tre settimane. Proprio su questo tasto ha voluto premere l’allenatore biancorosso ieri alla vigilia del match: i suoi ragazzi stanno lavorando insieme da poco tempo, il gruppo è nuovo, con dei giovani che hanno preso il posto di elementi di esperienza in Serie C, e ha dunque chiesto serenità a tutto l’ambiente.

“Il nostro pubblico finora è stato straordinario – le sue parole – e per questo chiedo di avere tutti un po’ più di serenità per questi ragazzi, stiamo lavorando insieme da soli 60 giorni, non sono passati sei mesi e le cose si possono sistemare. Se mi sento di fronte a un bivio? No, per il semplice fatto che se dovessimo vincere questa partita e perdere la prossima saremmo ancora punto e a capo, il calcio è così”. Di certo c’è che il Piacenza visto ad Arzignano non si deve più ripresentare in campo. “Non archivio nulla di quella gara – ha detto il mister – dovrà essere nella nostra memoria per molto tempo per non incappare negli stessi errori, siamo andati sotto 2-0 dopo soli 20 minuti e questo non va bene, adesso giocheremo in casa e saremo sicuramente diversi”.

Difficile però dire quale sarà l’undici titolare che vedremo in campo oggi. Da quanto confermato dall’allenatore (che ha però preferito non fare nomi) alcuni giocatori non sono in perfette condizioni e sarà necessario qualche cambio, l’unica assenza certa è quella di Biancheri. Probabile dunque che si vada verso un 4-4-2 con Tintori in porta, in difesa rientra Cosenza che affiancherà Nava nella coppia di centrali, a destra Parisi e a sinistra Frosinini, centrocampo con Munari, Suljic, Nelli e Zunno, in attacco il tandem Cesarini-Rossetti. Sui possibili assenti Scalise non cerca alibi, “non mi piace lamentarmi di queste cose.

Già questa estate con il Monza dissi a fine partita che ero arrabbiato perché avrei voluto giocarmela di più, noi siamo il Piacenza in ogni partita, e anche in questo caso chi andrà in campo darà il massimo”. Piuttosto, attenzione all’Albinoleffe “che è una squadra di categoria e che sta facendo buone cose nonostante la posizione di classifica. Noi per ora abbiamo il rammarico di aver meritato 4 punti sul campo e di averne soltanto 1, per questo ci sono tutte le motivazioni per fare una grande partita”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà